A Bergamo apre il centro per il trasferimento tecnologico Italia-Cina

Nella sede dell'Università degli Studi di Bergamo, presso il Parco Scientifico e Tecnologico Kilometro Rosso, è stato inaugurato il CITTC (China Italy Technology Transfer Center), centro bilaterale di trasferimento tecnologico. La cerimonia di inaugurazione si è tenuta alla fine di ottobre nell'ambito della prima tappa di Italy-China Science, Technology & Innovation Week 2016, un evento promosso dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, in collaborazione con altri Ministeri, finalizzato alla creazione di partenariati tecnologici, scientifici, industriali e commerciali tra i due paesi, per stabilire un dialogo permanente per facilitare la cooperazione tra scienziati, tecnologi e imprenditori.

In questa direzione si muove anche il CITTC, pensato per rafforzare i rapporti sinergici tra i due paesi, promuovere la cooperazione interdisciplinare tra istituzioni, imprese, università e associazioni e favorire la disseminazione dell’innovazione. Il CITTC fornirà ai suoi interlocutori servizi di scouting tecnologico sulla base di una piattaforma di matchmaking e li supporterà nella creazione di impresa, nella stesura e monitoraggio di progetti, nella disciplina e valorizzazione delle opere dell’ingegno.

Il CITTC potrà così facilitare gli investimenti reciproci, coltivare talenti nel campo dell’innovazione tecnologica e organizzare programmi educativi che favoriscano la mobilità di ricercatori e studenti – con particolare riferimento ai settori delle scienze della vita, del manifatturiero avanzato e delle smart community.

La Segreteria Operativa sarà l’organo esecutivo del Comitato Organizzativo ed è presente in entrambi i paesi:  in Cina presso la Commissione tecnologica municipale di Pechino (BMSTC) e in Italia con due segreterie operative, Bergamo e Napoli, rispettivamente sovrintese dall’Università degli Studi di Bergamo e da Città della Scienza con l’Università Federico II.

Le segreterie CITTC si attiveranno sul territorio nazionale grazie alla rete capillare di Netval, il network per la valorizzazione della ricerca. Le due segreterie si interfacceranno con il Beijing Municipal Science & Technology Commission (BMSTC) di Pechino per definire le azioni strategiche prioritarie.

Oltre a partecipare all'inaugurazione del CITTC la delegazione cinese ospite a Bergamo ha visitato i laboratori di Ricerca e Sviluppo dell'Istituto Mario Negri e di Brembo presso il parco scientifico Kilometro Rosso e il Point, l'incubatore manifatturiero di Bergamo Sviluppo e consorzio per la meccatronica Intellimech di Dalmine. Lo Smart Manufacturing, con focus tematici su meccatronica e automotive, al centro della tappa bergamasca dell'evento, è un settore chiave che unisce Cina e Italia ed è strategico sia per il Piano Nazionale della Ricerca italiano, sia per il Piano di sviluppo quinquennale cinese.

Alla presentazione e all'inaugurazione del CITTC introdotta da Sergio Cavalieri, docente dell'Università degli Studi di Bergamo, sono intervenuti Fabrizio Cobis, Dirigente Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca MIUR, Vincenzo Lipardi, Consigliere Delegato di Città della Scienza, Remo Morzenti Pellegrini, Rettore dell'Università degli Studi di Bergamo, Guido Venturini, Segretario di Confindustria Bergamo, intervenuto portando il contributo di Ercole Galizzi Presidente di Confindustria Bergamo, Andrea Piccaluga, Presidente di Netval, Mirano Sancin, Direttore per lo sviluppo scientifico e l'innovazione di Kilometro Rosso, Huang Ping, direttore della Beijing Municipal Science & Technology Commission, e Jason Wang, Direttore esecutivo di Smart Factory Industry.

 

Pubblica i tuoi commenti