A prova d’impatto

pendolo motorizzato


Disponibili con capacità di 300, 450, 600, 750 e 900 J, i nuovi sistemi per prove d'impatto con pendolo motorizzato Mpx di Instron sono concepiti per testare i metalli in base agli standard Charpy e Izod. Grazie al sollevamento motorizzato del martello con ritorno automatico a fine prova, tutti i sistemi Mpx sono rapidi e facili da far funzionare e offrono una maggiore produttività e sicurezza per l'operatore. Un comando freno/frizione elettromagnetico consente di far scendere il martello in modo sicuro, mentre il doppio chiavistello ne evita il rilascio accidentale; inoltre la struttura di sicurezza e i dispositivi di blocco impediscono al martello di cadere e arrestano il movimento quando la porta è aperta. L'altezza regolabile del chiavistello permette di ridurre l'energia/velocità del pendolo. Sono disponibili diverse incudini e percussori per soddisfare una gamma completa di standard di prova internazionali, come Astm E23 (metodo standard per prove d'impatto su barre di metallo con intaglio), EN 10045 (prove d'impatto Charpy su materiali metallici), Iso 148 (Materiali metallici - Prove d'impatto con pendolo Charpy), e Gost 9454 (Metodo di prova di flessione a temperature basse, ambiente e alte), nonché per realizzare applicazioni su misura. Il sistema Mpx è conforme alle norme CE. Ogni sistema Mpx è corredato di software Instron Fracta compatibile con Windows XP e Windows 7, ideato specificamente per testare i metalli in base agli standard Charpy e Izod. Fracta consente di acquisire i dati in modo semplice a una velocità di 1 kHz, calcolare l'energia e salvare i risultati delle prove d'impatto come file.csv. Il sistema può essere facilmente potenziato con il software per l'acquisizione dati Impulse di Instron, che utilizza trasduttori di carico e di velocità per la raccolta dati, l'analisi e la reportistica sui risultati. In opzione, ogni sistema Mpx può essere dotato di una mazza strumentata Charpy e un software per l'acquisizione dei dati Dynatup Impulse, un percussore non strumentato Izod e un kit di morse, una base in acciaio supplementare raccomandata dalla norma Iso 148, un kit di fissaggio alla base e un template di montaggio, nonché supporti per prove su campioni sottodimensionati.

Pubblica i tuoi commenti