Abb riorganizza le divisioni di automazione

Aziende

Abb ha annunciato una riorganizzazione delle sue divisioni legate all'automazione per allineare più strettamente le proprie attività a quelle dei clienti e per cogliere al meglio le opportunità di crescita nel service, espandendo la propria presenza nel settore dei processi manifatturieri discreti e rispondendo sempre meglio alla crescente domanda di soluzioni nel campo dell'efficienza energetica.

Con effetto 1° gennaio 2010, le unità di business attualmente operanti all'interno delle divisioni Automation Products e Robotics saranno riorganizzate in due nuove divisioni: Discrete Automation and Motion e Low Voltage Products. La divisione Process Automation non subirà cambiamenti, tranne che per l'ingresso del business legato alla strumentazione, attualmente inserito nella divisione Automation Products. La nuova divisione Low Voltage Products comprenderà business legati principalmente alla produzione di apparecchiature elettriche di bassa tensione vendute a grossisti, Oem e a integratori di sistemi e che richiedono moderate attività di service. Indicativamente, il volume di ricavi generato nel 2008 dai business ora raggruppati in questa nuova divisione è pari a 4,8 miliardi di dollari, con circa 19mila dipendenti. La nuova divisione Discrete Automation and Motion comprenderà prodotti e sistemi destinati ad applicazioni nell'industria a processo manifatturiero discreto, come la robotica e i plc o le apparecchiature per il controllo e la gestione del movimento negli impianti, come ad esempio motori ed azionamenti. Questi business supportano i clienti nel raggiungimento dei loro obiettivi di produttività ed efficienza energetica. La gamma proposta da questa divisione comprende una porzione significativa della nostra offerta per il settore delle rinnovabili come solare ed eolico, così come per il ferroviario. Questi business sono indirizzati principalmente agli Oem, agli integratori di sistema e direttamente agli utilizzatori finali, richiedendo un livello di service più intensivo e personalizzato. Il volume di ricavi generato nel 2008 dai business ora raggruppati in questa nuova divisione è pari a 6,6 miliardi di dollari, con circa 19mila dipendenti.

Entra a far parte della divisione Process Automation il business della strumentazione, attualmente parte della divisione Automation Products. Questo cambiamento rafforzerà la piattaforma di automazione di processo della divisione in quanto gli strumenti che misurano temperatura, portata e pressione rappresentano un elemento chiave nell'offerta di Abb per l'ottimizzazione dei processi industriali. Il volume di ricavi generato nel 2008 dai business ora raggruppati in questa divisione è pari a 8,4 miliardi di dollari, con circa 29.500 dipendenti.

La riorganizzazione dei business legati all'automazione saranno accompagnati da alcuni cambiamenti nel management, sempre a partire dal 1° gennaio 2010. Tom Sjökvist, attuale responsabile della divisione Automation Products, sarà responsabile della nuova divisione Low Voltage Products. Ad Ulrich Spiesshofer, attuale responsabile delle attività di Corporate Development all'interno del Comitato Esecutivo di Abb, è stata affidata la guida della divisione Discrete Automation and Motion. Anders Jonsson, attuale responsabile della divisione Robotics, all'interno del Comitato Esecutivo avrà la responsabilità di continuare a presidiare l'implementazione del programma di riduzione costi e del progetto Global Footprint del Gruppo, che allinea le risorse del Gruppo con le opportunità di crescita offerte dal mercato. Veli-Matti Reinikkala rimane alla guida della divisione Process Automation.

Pubblica i tuoi commenti