Accordo fra Autodesk e Siemens

Le due aziende hanno annunciato un accordo con l'obiettivo di mettere i produttori nella condizione di ridurre i costi associati alla mancanza di interoperabilità tra le applicazioni software destinate allo sviluppo di prodotti e di evitare possibili problemi di integrità dei dati.

Secondo i termini dell’accordo, le divisioni delle due aziende che si occupano di software plm lavoreranno a stretto contatto per garantire interoperabilità tra le rispettive offerte. Grazie a questa partnership, due colossi del mercato del software cad mettono a frutto la loro esperienza con l’obiettivo comune di ottimizzare la condivisione dei dati e ridurre i costi nelle realtà con ambienti multicad.

Oggi, i produttori sono sotto pressione perché devono commercializzare rapidamente prodotti di alta qualità, con costi minori e maggiore efficienza per il consumatore. Gran parte di queste aziende opera in ambienti che comprendono più soluzioni di diversi vendor cad. Tali ambienti multicad sussistono internamente tra i dipartimenti o esternamente con i partner e la supply chain. L’interoperabilità tra i software cad è quindi un aspetto critico per chi utilizza software per la progettazione e l’ingegnerizzazione, e conseguirla è una vera e propria sfida per i produttori.

L'accordo di interoperabilità tra le offerte di Siemens e Autodesk non potrà che migliorare tutte quelle situazioni in cui viene già utilizzata una combinazione dei software delle due aziende. Secondo i termini dell’accordo, le due aziende condivideranno toolkit tecnologici e le applicazioni software end-user per creare e commercializzare prodotti interoperabili.

 

 

 

Pubblica i tuoi commenti