Motion control Rockwell Automation per l’industria del bianco

Rockwell Automation ha supportato Cosma nell'ingegnerizzazione del motion control

“Sviluppiamo, in parte brevettiamo e realizziamo internamente le nostre macchine proprio per essere in grado di seguire al meglio il cliente e rispettare i sempre più stretti tempi di consegna richiesti”, dice Fabrizio Beretta, Chief Engineer & Sales Manager di Cosma, un’azienda che produce macchine e linee personalizzate per i più grandi marchi di elettrodomestici e le esporta in tutto il mondo: Americhe, Asia, Africa.

Le linee Cosma lavorano lamiere tra i 0,35 e 1 mm di spessore e devono rispondere ai requisiti di produttività e precisione richiesti dai clienti finali, oggi particolarmente esigenti soprattutto in termini di qualità e puntualità.

Motion control per gestire 64 assi 

Tra aprile e dicembre 2015 Cosma ha lavorato alla realizzazione di un impianto lungo 70 m - con un tempo ciclo di 15 secondi e 64 assi a bordo - per la produzione di chassis esterni di lavatrici destinata al mercato centro americano. Nella linea è caricato automaticamente un foglio di lamiera, già tranciato e pre-verniciato (in bianco, rosso, grigio o nero), sul quale la macchina esegue i tagli e le piegature necessarie, sul lato lungo e su quello corto.

Dopo avere eseguito, in ultimo, la piegatura a U, il pezzo passa, tramite un manipolatore a ventose, alle stazioni successive, dove è eseguito, tramite un sistema di clinciatura e bottonatura, il montaggio automatico del pannello posteriore. Dalla linea esce quindi lo chassis finito. “L’impianto è stato concepito per realizzare 240 lavatrici all’ora e produrre così, su un turno giornaliero, circa 1.800 pezzi”, spiega Beretta.

Rockwell Automation ha supportato Cosma nell'ingegnerizzazione del motion controlCosma ha scelto una piattaforma di motion control e logica di Rockwell Automation che semplifica le funzioni di accoppiamento motori e interpolazione assi e consente una gestione più flessibile, e include motori MP Series, i servoazionamenti Kinetix 5700 serie 2198, gli inverter PowerFlex 525, integrati con il sistema di controllo ControlLogix serie 1756 e il safety Pac GuardLogix. Denominatore comune per la comunicazione tra i dispositivi è il protocollo Ethernet/IP.

“Per la gestione dei 64 assi abbiamo scelto Kinetix 5700 proprio per la sua capacità di controllo assi integrato su impianti di grandi dimensioni”, dice Marco Moretti, Head of Software & Hardware Development di Cosma. “La semplicità di programmazione, con il software Studio 5000 Logix Designer, e la sua compattezza, che ha consentito di dimezzare gli spazi occupati nei due quadri elettrici abbinati all’impianto, hanno fatto il resto”.

Dal motion control all’IT

Semplicità di programmazione in RSLogix 5000 e compattezza sono caratteristiche principali anche della piattaforma ControlLogix serie 1756 che consente anche di connettere l’impianto al sistema IT dell’azienda e di tradurre in realtà il concetto di “Connected Enterprise”. Alla connettività totale dell’impianto Cosma, tra l’altro, si abbina un altro concetto tipico della Connected Enterprise: la sua gestione in mobilità, resa possibile dai terminali operatore MobileView serie 2711T con Tethering.

“Può accadere che il cliente ci chieda inizialmente una macchina con un tempo ciclo di 15 secondi e che pieghi la lamiera a 90° e successivamente voglia, con la stessa macchina, eseguire un profilo più complesso entro lo stesso tempo ciclo: in questi casi serve un’automazione flessibile, proprio come quella offerta da Rockwell Automation”, conclude Moretti. “Grazie all’ambiente di programmazione RSLogix, che integra in un unico pacchetto motion e controllo logico, è sempre possibile potenziare la linea in termini di efficienza, se necessario aggiungendo una cpu, o anche sostituire una stazione dell’impianto con una nuova: è sufficiente scollegare e ricollegare un cavo di alimentazione e comunicazione”.

L’impianto realizzato da Cosma è un esempio reale di Connected Enterprise: le macchine sono collegate con i sistemi IT del cliente e la comunicazione diretta tra uffici direzionali e produzione agevola qualsiasi modifica si renda necessaria alla lavorazione. “Ad esempio, dal sistema gestionale è possibile implementare in linea l’etichettatura richiesta per il modello in produzione”, dice Moretti. Il collegamento della macchina in rete è funzionale anche al servizio di teleassistenza, che consente di intervenire da remoto 24h, 7 gg su 7.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome