B&R lancia AcoposTrak, il nuovo sistema di trasporto intelligente

B&R ha messo a punto AcoposTrak, una nuova tecnologia di trasporto intelligente e la presenta ufficialmente proprio oggi, 28 novembre, allo stand B&R all'interno dei padiglioni della fiera SPS IPC Drives di Norimberga, in Germania.

Il nuovo sistema contribuisce a potenziare l'estrema flessibilità in produzione richiesta dalla mass-customization, ma allo stesso tempo a mantenere un livello elevato di OEE, agendo sui tre fattori di disponibilità, performance e qualità, massimizzando inoltre il Roi e minimizzando il time-to-market.

Si tratta di una soluzione di trasporto industriale intelligente studiata per integrarsi perfettamente nelle nuove “adaptive machine” nell’era della digitalizzazione: macchine modulari e scalabili, in grado di favorire la customizzazione dei prodotti in real-time e ad alte velocità. Sarà possibile ad esempio, dirottare parte del flusso dei prodotti in lavorazione su più binari paralleli in un punto della linea per eseguire differenti lavorazioni, oppure per effettuare la stessa lavorazione – magari più lenta di altre - in parallelo su stazioni multiple, ricongiungendo poi i diversi flussi su un binario più a valle nella linea.

Le “adaptive machine” sono anche fault-tolerant, in grado cioè di individuare ed eliminare in linea gli articoli difettosi e - in molti casi casi - possono addirittura prevenire la produzione di pezzi difettosi evitando di utilizzare stazioni di lavorazione starate o affette da guasti.

Il sistema AcoposTrak, completamente scalabile, si compone di moduli base componibili per creare strutture fino a 100 m dove posizionare oltre 250 carrelli - a una distanza minima tra loro di 50 mm – che corrono a una velocità di 4 m al secondo e un’accelerazione di 5g, portando un peso fino ai 2 kg.

Ruolo fondamentale nel sistema di trasporto AcoposTrak lo hanno i “diverter”, i “sistemi di scambio” che permettono di deviare e modificare il flusso di trasporto e movimentazione dei prodotti: l’attuazione di questi scambi non è meccanica, ma elettromagnetica e gestita direttamente dal software; in questo modo i cambi sono sempre rapidi, precisi e, soprattutto, non sono soggetti a usura.

La movimentazione di AcoposTrak fa capo ai drive AcoposMulti di B&R. L’architettura di sistema è decentralizzata: i loop di controllo di posizione, forza, velocità degli shuttle sono gestiti localmente. Il controllo logico principale (processo, routing, collision avoidance, generazione dei set value) è gestito in modalità centralizzata dal plc. Per la comunicazione, si utilizza il protocollo Ethernet-based PowerLink. Il bus DC è 60 V 32 A.

 

Sul prossimo numero cartaceo di Automazione Industriale troverete l'intervista a Robert Kickinger, Manager Mechatronic Technologies di B&R, sul nuovo AcoposTrak

Pubblica i tuoi commenti