Centrale di Termoli: Sorgenia sceglie il Dcs Siemens per l’automazione e il controllo

Situata nella zona industriale della Valle del Biferno, a Termoli in provincia di Campobasso, la centrale di Sorgenia ha affidato la gestione e il monitoraggio della propria produzione di energia elettrica al sistema di controllo distribuito (Dcs, Distributed Control System) Siemens SPPA T3000 Cue.

Il Dcs, che integra anche il sistema di controllo della turbina a vapore (STCS - Steam Turbine Control System) ed è progettato per eseguire tutti i compiti di automazione della centrale a ciclo combinato, consente a Sorgenia di usufruire di una solida conoscenza di tutti i dati rilevanti all’interno del processo di produzione dell’impianto, riducendo al minimo il sovraccarico di informazioni.

I dati vengono raccolti e trasmessi agli operatori con accesso autorizzato, in modo sicuro, allo scopo sia di ottimizzare la produzione di energia elettrica, sia di garantire la sicurezza e l’affidabilità lungo tutte le fasi del ciclo di vita della centrale, oltre che dell’infrastruttura e dei processi.

“Abbiamo sostituito il precedente Dcs optando per un sistema affidabile, semplice nell’utilizzo e nell’interfaccia uomo-macchina. Il maggior valore aggiunto di questo intervento è rappresentato dall’accresciuta flessibilità che consentirà di ottimizzare la gestione dell’impianto in funzione delle modalità di esercizio richieste dal mercato, massimizzando le prestazioni della centrale, senza pregiudicare affidabilità e sicurezza”, ha affermato Alberto Bigi, Chief Innovation & Development di Sorgenia.

La sostituzione del Dcs è avvenuta in un periodo molto breve, durante una fermata già programmata da Sorgenia per attività di manutenzione sulla turbina a vapore, e non ha quindi causato tempi di fermo impianto imprevisti e non pianificati. SPPA T3000 Cue è inoltre in grado di raccogliere, analizzare e gestire l’enorme quantità di dati generati dalla centrale, rendendoli disponibili e controllabili anche da remoto.

Siemens si è inoltre aggiudicata un contratto, della durata di cinque anni, per le attività di service e di manutenzione del Dcs, garantendo così a Sorgenia l’accesso al proprio portfolio di Digital Lifecycle Services che prevede la possibilità di effettuare analisi più approfondite e di dettaglio delle performance e dei risultati dell’impianto.

 

Guarda il video

Pubblica i tuoi commenti