Cibus Tec – Food Pack tra sostenibilità e food safety

Industria alimentare
Comincia a delinearsi l'agenda tematica di Cibus Tec - Food Pack, la recente Joint Venture espositiva tra Fiere di Parma e Ucima dedicata alle tecnologie per il confezionamento e l'imballaggio alimentare, che si terrà dal 28 al 31 ottobre 2014.  Cibus Tec - Food Pack offrirà un nutrito calendario di eventi e appuntamenti tematici.

Gli incontri saranno organizzati in collaborazione con partner internazionali e associazioni con ampia esperienza nei mercati di riferimento per  i comparti chiave della manifestazione: pomodoro, carni, lavorazione del latte e IV gamma (prodotti ortofrutticoli pronti per il consumo, ndr).

L'automazione, in particolare, sarà trattata come elemento strategico nel food processing&packaging.

Oltre al Tomato Day, il meeting organizzato in collaborazione con l'Assocition Méditerranéenne internationale de la Tomate, che seguirà il 'World Processing Tomato Congress' in programma dall'8 all' 11 Giugno 2014 sul Lago di Garda, da segnare in agenda è il congresso internazionale dell'European Hygienic Engineering & Design Group, un consorzio di produttori di apparecchiature, aziende alimentari, istituiti di ricerca e autorità per la sanità pubblica, con lo scopo di promuovere l'igiene durante la lavorazione e l'imballaggio dei prodotti alimentari.

A rappresentare la filiera a Cibus Tec - Food Pack, alcune delle associazioni più rappresentative legate al settore alimentare: l'Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari, Assocarni,  Assolatte, Ailog.

Confermato anche per l'edizione 2014 è infine il fil rouge 'Food&Beverage', l'appuntamento nato dalla collaborazione di Fiere di Parma con Messe Frankfurt Italia, con l'obiettivo di favorire sinergie tra l'industria dell'automazione e gli 'end user' dell'industria alimentare e delle bevande. Esso rappresenta la seconda tappa di un appuntamento che inizierà con la fiera Sps Ipc Drives Italia, il prossimo maggio.

Un ultima nota va fatta per le iniziative di internazionalizzazione, che porteranno a Parma oltre 600 operatori internazionali provenienti dai Paesi a più alto potenziale.

Pubblica i tuoi commenti