B&R Innovations Day 2019: l’innovazione è nell’integrazione

Sono stati oltre 500 gli iscritti dell’Innovations Day organizzato da B&R alla fine di febbraio nel padiglione 7 di Fiere di Parma.

L’edizione 2019 dell’evento annuale che l’azienda organizza ormai da 7 anni per illustrare le principali innovazioni e i trend per il futuro dell’automazione e della digitalizzazione della fabbrica, è stata aperta da Luca Galluzzi, Managing Director Southern Europe di B&R, che ha espresso soddisfazione e grande ottimismo per gli anni a venire.

“Dal primo Innovations Day a questa settima edizione abbiamo sempre tenuto alta l’attenzione dei partecipanti e abbiamo sempre raccolto intorno a noi una nutrita comunità di partner e clienti, come ci confermano le adesioni anche nel 2019”, ha detto Galluzzi.

“Oggi ci troviamo qui, ad esattamente un anno dalla stesura del nuovo piano industriale quinquennale, definito nell’aprile 2018, il quale prevede, tra le guideline strategiche, la possibilità di raddoppiare il nostro fatturato nell’arco di cinque anni”.

E come il team di B&R intende raggiungere questo obiettivo al raddoppio è sempre Galluzzi a spiegarlo. “Raggiungeremo questo nuovo traguardo seguendo due percorsi”, ha spiegato il Managing Director.

“Il primo è attraverso una crescita organica stabile e costante, che ci accompagna del resto ormai da oltre 10 anni, con la progressiva penetrazione sul mercato attraverso la proposta di un set completo di prodotti a catalogo.

Il secondo è mediante l’introduzione di nuove soluzioni capaci di soddisfare le nuove esigenze del mercato manifatturiero, in particolare in termini di flessibilità e personalizzazione della produzione, in ottica di smart factory e mass customization”.

Quali "Innovations" per la smart factory?

Tra le “Innovations” 2019, presentate nel corso della giornata di B&R, in grado di abilitare la fabbrica smart e digitale e sostenere il concetto crescente di mass customization, spiccano la tecnologia AcoposTrak, sulla quale - a due anni dal lancio - ci sono già oltre 20 clienti italiani che ci stanno lavorando attivamente, e la nuova soluzione di Machine Vision.

“Siamo orgogliosi che i nostri clienti stiano lavorando attivamente sul concetto di AcoposTrak, così come siamo soddisfatti di presentare la nostra nuova tecnologia di visione, che crediamo cambierà il paradigma per l’automazione, integrando gli occhi nelle macchine”, ha commentato Galluzzi. “La via per la smart factory e la mass customization passa necessariamente da un approccio multidisciplinare e di integrazione totale tra motion, visione e logica, per arrivare ad avere tempi di reazione in linea nell’ordine del microsecondo”.

L'integrazione della machine vision di B&R si concretizza in particolare nell’ambiente di sviluppo e di programmazione, Automation Studio, dove si possono programmare - in modo nativo -tutte le componenti e le funzionalità principali di macchina, machine vision inclusa, a garanzia della massima sincronizzazione con il sistema di automazione centrale, grazie alla connettività PowerLink.

Il sistema di visione di B&R prevede Smart Sensor e Smart Camera, elettronica integrata con algoritmi di elaborazione delle immagini, ottiche di qualità, illuminazione flessibile interna ed Ethernet Powerlink.

Nell’upgrade 4.6 di Automation Studio è stata inserito mapp Vision, il nuovo set di funzionalità software per configurazione, gestione e diagnostica di sistema. mapp Vision integra gli algoritmi di image processing della libreria Halcon di MVTech. Tra le funzioni, Ocr, identificazione, analisi blob, matching, metrologia.

L'approccio di B&R alla visione - decisamente embedded - rappresenta senz'altro un ottimo esempio dell'idea di "integrazione totale" illustrata da Luca Galluzzi a Parma.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome