Flussi di informazioni e materiali automatizzati con Sautech

Magneti Marelli Suspension Systems progetta e produce moduli e componenti sospensioni per autoveicoli. La business line ha sede a Torino e, oltre all’Italia, è presente in Polonia, Brasile e Stati Uniti. All’interno della linea di business Suspension Systems, i prodotti disponibili spaziano dal singolo componente (bracci oscillanti, traverse, assali, montanti, dischi e tamburi freno) ai moduli assemblati (gruppi ruota, semicorner). Uno strutturato reparto di progettazione e sperimentazione è in grado di soddisfare ogni tipo di richiesta tecnica proveniente dai clienti, con possibilità di sviluppo da specifiche di componente o come affinamento a fronte di disegno esistente; in più, con la linea Shock Absorbers realizza ammortizzatori per un’ampia gamma di applicazioni.

Il system integrator Sautech ha sviluppato il sistema Trace To Andon in risposta all’esigenza di Magneti Marelli Suspension System di Melfi (PZ) di migliorare la comunicazione e i flussi di materiali. Il sistema ha velocizzato e reso più sicuro il processo di invio delle informazioni, permettendo di anticipare le richieste di materiali provenienti dalle linee e di migliorare la pianificazione della produzione in base alle giacenze di magazzino.

Andon è un termine giapponese utilizzato originariamente per indicare le lampade di carta poste fuori alle abitazioni. Nel contesto della Lean Production, il termine Andon indica un sistema per informare gli operatori che si occupano di gestione, manutenzione ed altro della presenza di un problema di qualità o di processo. Andon ha due funzioni principali: una informativa, l’altra operativa.

L’operatore può, quindi, grazie ad Andon, essere costantemente informato, in real-time, sull’andamento della produzione. Può però “chiedere aiuto” se si venisse a trovare nelle condizioni di non poter intervenire per risolvere un problema. In questa maniera, qualsiasi imprevisto dovesse manifestarsi nella linea, verrebbe risolto in tempi immediati.

Migliorare i flussi con Andon

Lo scopo principale di un sistema Andon è migliorare il flusso di informazioni in caso di problemi. Tutte le fabbriche hanno problemi che possono ritardare o stoppare la produzione. Una buona fabbrica ha meno problemi, li può risolvere facilmente e prova ad eliminare le cause primarie dei problemi. Il sistema Andon aiuta a raggiungere questi obiettivi standardizzando e accelerando il flusso di informazioni e quindi rendendo possibile una risposta più veloce al problema. In generale, un sistema Andon riceve dati circa le performance produttive provenienti da varie sorgenti (sensori, programmi, input manuali degli operatori). Questi dati sono quindi visualizzati in maniera chiara su tabelloni e display, facendo uso di luci colorate che ne rendano immediato il significato, ma è possibile anche far uso di altri metodi di segnalazione (Ad esempio video o segnali audio) e dispositivi (dispositivi mobili come tablet, smartphone ecc.).

Le linee di produzione dello stabilimento sono suddivise in isole di assemblaggio. In base agli ordini di produzione, a ogni isola è assegnata la produzione di un determinato prodotto e dunque viene rifornita con le materie prime necessarie, prelevate dal magazzino. Prima dell’intervento di Sautech, era l’operatore addetto al picking di magazzino a prelevare i materiali in base agli ordini di produzione e a portarli tramite carrello manuale agli operatori delle isole di assemblaggio. Il flusso delle informazioni non era informatizzato ed avveniva per mezzo di supporti cartacei.

L’intervento di Sautech ha modificato profondamente la gestione delle informazioni: il flusso dei dati è stato informatizzato, il supporto cartaceo è stato sostituito con pannelli operatori (OP) posizionati su ogni isola di assemblaggio e un wide screen a disposizione dell’operatore addetto al picking di magazzino che l’informa sullo stato dei materiali alle singole isole di assemblaggio. Il trasporto dei materiali dall’area magazzino alle isole di assemblaggio è ora effettuato tramite l’utilizzo di AGV (Automated Guided Vehicles).

L'applicazione in dettaglio

Trace to Andon si compone di un database MYSQL degli applicativi software, una console application e una web application, entrambi sviluppati in tecnologia .NET. La console application è un applicativo sempre attivo che permette di gestire lo stato delle isole di assemblaggio, aggiornando le giacenze dei materiali sui singoli OP, tenendo traccia dello stato dei viaggi degli AGV: tramite polling su opportune tabelle di produzione mantiene costantemente aggiornati tutti i dati.

La web application mette a disposizione degli utenti la pagina di Gestione Giacenza, l’operatore addetto al picking di magazzino, viene informato del numero di pezzi a disposizione di ogni isola di assemblaggio. Inoltre, per ogni isola di assemblaggio è disponibile la giacenza minima raggiunta la quale eseguire un rifornimento della postazione e la giacenza critica superata la quale l’isola sarà costretta a fermarsi in attesa del rifornimento. In base a queste informazioni l’operatore di magazzino può pianificare i viaggi di rifornimento, caricando gli AGV e inviandoli alle singole isole di assemblaggio. Quando le materie prime sono consegnate a destinazione, la giacenza dell’isola di assemblaggio corrispondente viene automaticamente aggiornata dal sistema. Inoltre, la web application gestisce l’Anagrafica Utente, permettendo l’identificazione degli utenti e la differenziazione dei privilegi degli stessi.

Risultati e sviluppi futuri

Il sistema è stato sviluppato per rendere il più semplice e immediata possibile l’attività di approvvigionamento delle linee di produzione. L’interfaccia utente, sviluppata ad hoc per Magneti Marelli, è user-friendly e permette di pianificare e inviare i rifornimenti con poche facili iterazioni. L’utilizzo dei colori nelle righe del wide screen, posizionato sulle linee di produzione, rende immediata la comprensione dello stato della giacenza alle varie isole di assemblaggio (riga gialla - isola vicino a soglia di riordino, riga rossa - isola prossima allo stop, riga bianca - isola rifornita ecc.). La gestione dei privilegi degli utenti è scalabile e chiara: non essendo un’architettura basata su livelli, consente all’Amministratore di modulare e personalizzare i profili utente aggiungendovi o eliminandovi privilegi.

L’introduzione del sistema Trace to Andon è stata la risposta all’esigenza di Magneti Marelli di migliorare la comunicazione e i flussi di materiali; la sua implementazione ha consentito la stabilizzazione del ritmo produttivo e il livellamento della produzione e dell’intero sistema di asservimento. Il risultato è stato la riduzione di disservizi quali mancanza di materiale, overstock o consegna di materiali errati e la conseguente riduzione dei costi ad essi legati. Tutto questo con un aumento della produttività del Pplant.

La sicurezza dei dati utilizzati dal sistema Trace to Andon è garantita dalle policy Ict di Magneti Marelli, che offrono altra disponibilità, sicurezza fisica e logica, e produzione di informazioni accessibili solo a chi ha il compito di gestirle. In questo modo, la assicurazione di autorizzazioni nel sistema TtT garantisce il rispetto dei ruoli e responsabilità degli operatori che usano il sistema. La correttezza dei dati è gestita a livello di gestione prodotto. Questo garantisce una corretta ed integra distinta base dei materiali oltre che una serie di algoritmi codificati all’interno del sistema che si prendono cura degli error-proof e quindi riducono notevolmente gli errori umani.

Sautech sta lavorando alla nuova versione del sistema che prevede l’introduzione di sensoristica e dispositivi all’avanguardia, come ad esempio wearable smart device per la comunicazione tra gli operatori, la conferma della ricezione dei materiali e il monitoraggio real time dello stato dei viaggi e degli assemblaggi.

Pubblica i tuoi commenti