Getac e Croce Rossa, quando il tablet risponde alle emergenze

I prodotti Getac sono stati scelti dalla Croce Rossa Italiana nell’ambito del progetto
Struttura Sanitaria Informatizzata Campale, che pone la Croce Rossa Italiana tra i pionieri in
questo ambito di attività.
Tra le attività svolte dalla Croce Rossa Italiana rientrano proprio l’organizzazione e la gestione
di tutte le attività di assistenza socio-sanitaria alla popolazione e l’allestimento di strutture
operative per la protezione civile, in caso di interventi urgenti, in ambito sanitario e
assistenziale. Attualmente la Croce Rossa Italiana può contare su un totale di circa 19.000
medici e infermieri militarizzati e impiega uomini in Afghanistan, negli Emirati Arabi Uniti e in
operazioni umanitarie.
Spesso il personale della Croce Rossa si trova a dover coordinare operazioni di soccorso in
condizioni difficilissime e in qualsiasi condizione climatica e ambientale. Di conseguenza,
l’utilizzo di dispositivi robusti in grado di garantire la massima efficienza anche in situazioni
estreme risulta essere fondamentale.
Il progetto prevede la predisposizione e l’installazione di due container di comando 'Soc Tlc'
e 'Modulo Tlc', ubicati a Roma, da utilizzare in caso di emergenze. L’equipaggiamento di
ogni container prevede un Full Rugged Mobile Server Getac X500, sei notebook semi-rugged
S400, un notebook full rugged B300 e sei tablet rugged F110.
La scelta dei dispositivi è ricaduta sui prodotti rugged di Getac perché rispettano lo standard
militare americano Mil-Std-810, che certifica l’utilizzo da -20°/+60°, la resistenza alla pioggia,
all’umidità, alla sabbia, alla polvere e la resistenza a urti, cadute e vibrazioni.

Gli schermi HD dei dispositivi incorporano la tecnologia QuadraClear di proprietà di Getac, che permette la leggibilità alla luce diretta del sole. Inoltre i notebook di Getac sono dotati di una tastiera retroilluminata per essere utilizzati anche al buio.

 

Leggi su Automazione Industriale di giugno l'articolo dedicato ai PC Getac

Pubblica i tuoi commenti