I robot Kuka con il mondo della ricerca per l’innovazione

Al Technology Hub, evento professionale delle tecnologie innovative, Kuka e Politecnico di Milano hanno presento due progetti da raccontare, entrambi realizzati con il supporto dei robot antropomorfi Kuka.

+Lab del Politecnico di Milano è partita dai bachi da seta e dal loro modo di tessere, per ripensare la stampa in 3D di compositi a fibra lunga a matrice termoindurente.  Un risultato che il gruppo di ricerca ha ottenuto grazie ad Atropos, il robot Kuka che opera secondo le logiche dello Smart Manufacturing.  La capacità di movimento di un robot antropomorfo a 6 assi ha infatti permesso al +Lab di sviluppare un processo produttivo innovativo mutuato da quanto già avviene in natura, ma capace di costruire geometrie impensabili fino ad ora in ambito industriale, migliorando e ottimizzando la posizione della fibra nello spazio e avvicinando queste nuove tecniche allo sviluppo di prodotti strutturali ad alta performance.

Indexlab è invece un laboratorio multidisciplinare del Politecnico di Milano che vede l’incontro di Architettura, Ingegneria e Design nello studio di sistemi innovativi per la creazione di oggetti solidi tridimensionali partendo da disegni digitali parametrici. Un filone di ricerca che mira a creare pezzi unici sfruttando il potenziale creativo e produttivo della stampa 3D, applicata a nuovi processi di progettazione e fabbricazione con materiali diversi, che spaziano dal marmo alla resina, dal micelio al carbonio, senza dimenticare i più tradizionali legno, plastica e calcestruzzo.

Pubblica i tuoi commenti