Il futuro secondo NI? Connessioni infinite, sistemi intelligenti e informazioni efficienti

NI WEEK 2014

NI Week 2014 ha congedato il suo pubblico con una terza keynote interamente ispirata all'innovazione tecnologica. Introdotta da Eric Starkoff e Dave Wilson, rispettivamente Executive Vice President of Global Sales and Marketing e Academic Marketing Director, la sessione plenaria del 7 agosto ha puntato i riflettori sulle possibilità che le piattaforme hardware e software di National Instruments offrono a tutti coloro che hanno un'idea innovativa da ingegnerizzare.
Dopo avere accolto sul palco gli studenti del Federal Institute of Technology di Zurigo con il loro progetto denominato Sepios, un robot nautico omnidirezionale il cui movimento è basato su speciali pinne disegnate ispirandosi alle seppie (www.sepios.org), e i rappresentanti del Mit (Massachusetts Institute of Technology), che hanno usato tecnologia National Instruments per realizzare un microscopio a forza atomica ad alta velocità, sono state tre autorevoli figure del mondo tecnologico ad animare un panel orientato agli scenari futuri che la comunità globalmente connessa ci riserverà: Mark Hatch, fondatore di TechShop (www.techshop.ws), Joe Salvo, Director di GE Global Research e Gerhard Fettweis,docente dell'Università Tecnica di Dresda. A fare da sfondo alla discussione, una certezza: il fenomeno di esplosione delle informazioni è solo all'inizio. Agli ingegneri, di oggi e domani, è affidato il compito di riordinare il 'caos', realizzando sistemi, magari proprio usando le piattaforme NI, che sappiano gestire le informazioni scaturite dalle infinite connessioni non solo tra individui, ma tra individui e oggetti e tra oggetti con altri oggetti.

Pubblica i tuoi commenti