Imprese e tecnologie al centro della cinquantesima edizione di Smau

Eventi
Oltre 51.000 sono stati i visitatori registrati alla cinquatesima edizione di Smau, tenutasi dal 23 al 25 ottobre nei padiglioni 1 e 2 di Fieramilanocity.
Ad animarla,  più di 200 startup e centri di ricerca e i principali protagonisti del settore IT, tra cui Aruba, Avaya, Cisco, Dell, Fujitsu, Huawei, Ibm, Infor, Intel, Lenovo, Microsoft, NetApp, Polycom, Salesforce, Sap, Teamsystem, Telecom, Vodafone, Wacom e Zucchetti.

"Questa edizione ha posto al centro dell'attenzione il ruolo da protagonista dell'imprenditore all'interno di un contesto, quello italiano, caratterizzato da una presenza predominante di Piccole e Medie Imprese, cuore pulsante della nostra economia. Da questa figura deve partire il processo di rinnovamento e di sviluppo che trova le sue basi nell'innovazione e nelle tecnologie digitali. Affinchè ciò sia possibile l'imprenditore deve avere il supporto di tre attori fondamentali: startup, imprese del settore digital e Regioni", ha dichiarato Pierantonio Macola, amministratore delegato di Smau.

Tanti sono stati i temi emersi dai diversi workshop e dalle iniziative promosse durante l'evento, dal cloud computing, alla mobility, all'intelligenza applicata a settori più maturi come l'industria manifatturiera.

Per i grandi nomi dell'IT, Smau si è confermata una vetrina importante. Come ha detto Maria Cristina Farioli, direttore Marketing, Comunicazione e Citizenship di Ibm Italia: "Abbiamo partecipato a Smau proponendo soluzioni di Cloud Computing che possono garantire efficienza, flessibilità e risparmi consistenti, favorendo l'innovazione anche attraverso l'aggregazione territoriale sia delle aziende sia dei Comuni più piccoli; inoltre, sono state presentate innovative applicazioni mobile capaci di abilitare nuove forme di business, a tutto vantaggio della competitività".
Dello stesso avviso è anche Sandro Turci, Eam Account Manager di Infor, che dice: "La cinquantesima edizione di Smau Milano si è rivelata un appuntamento estremamente importante per le imprese italiane; un evento durante il quale abbiamo presentato le nostre soluzioni di enterprise asset management, con un'attenzione particolare alle nuove modalità di collaborazione".

Anche Automazione Industriale ha dato il suo contributo alla riuscita della tre giorni milanese, moderando, il 23 ottobre, un incontro dal titolo 'La gestione della produzione nella fabbrica intelligente',
al quale hanno partecipato Giacomo Angione, responsabile del Gruppo
Research for Innovation di Loccioni Group, Andrea Manfroi ed Ermanno
Rumi, rispettivamente Technical Aftermarket Manager e Controls Leader
Emea di Ingersoll Rand.

A breve saranno disponibili
sul  sito i contenuti del workshop
'La gestione della produzione nella fabbrica intelligente'
e le videointerviste ai suoi protagonisti.

Pubblica i tuoi commenti