La digitalizzazione è un viaggio: l’esperienza Rockwell Automation nel plant di Katowice

"Volete approcciare la digitalizzazione? Allora, preparatevi a intraprendere un viaggio, a iniziare un percorso articolato in più tappe, tutte allo stesso modo importanti. Datevi obiettivi a lungo termine, da qui ai prossimi tre anni e tuttavia prevedete anche degli obiettivi intermedi, valutabili e misurabili nel medio termine, ad esempio ogni sei mesi".

Così si esprime Roberto Motta, parlando dell'esperienza di Digital Transformation che Rockwell Automation vive, non solo come fornitore di tecnologie, ma anche come azienda che affronta in prima persona questo viaggio.

"La digitalizzazione è un processo di miglioramento continuo che in un certo senso non finisce mai. Perciò, è necessario farsi accompagnare in questo viaggio da partner d’esperienza e altamente qualificati. Come Rockwell Automation, che non solo è fra i pionieri della digitalizzazione, relativamente alle tecnologie, alle soluzioni e ai protocolli di comunicazione proposti, ma è anche un’azienda che ha iniziato nei suoi stessi stabilimenti il percorso verso la digitalizzazione", dice Motta.

Katowice: anche Rockwell Automation digitalizza gli impianti

Partner ideale per la digitalizzazione, Rockwell Automation stessa sta sperimentando in prima linea questo approccio da diverso tempo. Proprio nei suoi 17 plant produttivi dislocati nel mondo, dai quali escono circa 400mila articoli differenti, Rockwell Automation ha iniziato ad applicare i principi della digitalizzazione e della Connected Enterprise.

L’ultimo degli stabilimenti Rockwell Automation coinvolto in questo processo è quello di Katowice, in Polonia. Le quattro linee presenti nello stabilimento sono state messe in rete, condividendo il nuovo MES. Tra i risultati ottenuti, un significativo incremento di efficienza e una completa transizione dai supporti cartacei a un sistema totalmente paperless.

Gli strumenti del viaggio verso la digitalizzazione

La digitalizzazione secondo Rockwell Automation inizia nella “Connected Enterprise”, poiché l’aspetto della connettività estesa, in un’azienda connessa, è uno dei pilastri della Digital Transformation.

Tra gli strumenti necessari ad affrontare questo viaggio, vi sono sicuramente tutte quelle tecnologie in grado di abilitare ai massimi livelli la possibilità di comunicazione fra dispositivi, macchine, processi e operatori, massimizzando la capacità di indirizzare le informazioni e i dati verso le persone realmente interessate.

Indispensabili strumenti in questo percorso sono protocolli di rete come Ethernet/IP, in tutte le sue declinazioni, i software MES, le soluzioni basate su dispositivi mobili e le applicazioni di Cloud Computing, che possono incrementare le opportunità di accesso alle informazioni.

Le tappe del viaggio verso la digitalizzazione

"Dunque, per intraprendere con successo il viaggio verso la Digital Transformation, dovete tenere sempre in conto tre pilastri fondamentali: persone, processi e tecnologie. Le persone vanno affiancate nello sviluppo delle competenze utili ad abbracciare una vision e un business model a sostegno della digitalizzazione, non solo nel team operativo, ma anche in quello manageriale", aggiunge Motta.

I processi Greenfield devono essere progettati sin dalle prime fasi secondo l’ottica della digitalizzazione. Per quelli Brownfield potrebbe essere opportuno avviare un progetto di modernizzazione e aggiornamento delle infrastrutture di rete e delle architetture software.

Per le tecnologie abilitanti, è necessario investire nei dispositivi e nelle applicazioni software più idonei a rendere i dati e le informazioni condivisibili e trasferibili a chi realmente servono. Le infrastrutture di rete devono garantire le massime prestazioni (velocità) e l’estrema sicurezza (cybersecurity) per sostenere il nuovo flusso di dati in circolazione.

I compagni di viaggio: Rockwell Automation e Ptc

"Rockwell Automation si conferma il partner ideale per la digitalizzazione anche in virtù del suo costante investimento nell’acquisizione di nuove competenze e nell’estensione delle collaborazioni con realtà da tempo attive nel mondo IT", racconta Motta.

Ne è un recente esempio la collaborazione avviata da Rockwell Automation con Ptc. È un passo importante, nell’ottica di una sempre maggiore compenetrazione tra i due mondi IT/OT.

 

Pubblica i tuoi commenti