Intelligenza artificiale: l’Università di Berkeley e Huawei fanno ricerca di base insieme

Il Noah Ark Laboratory di Huawei e l’Università della California Berkeley stanno lavorando insieme per la ricerca di base sull’intelligenza artificiale (IA). In base a una partnership stabilita in ottobre, Huawei finanzierà l'Università californiana di Berkeley con 1 milione di dollari per la ricerca in diversi campi dell’intelligenza artificiale, tra cui deep learning, reinforcement learning, machine learning, natural language processing e computer vision.

Questa collaborazione tra il team R&S di Huawei e il Berkeley Artificial Intelligence Research (Bair) Lab sarà dedicata a elaborare teorie innovative, applicazioni e tecnologie chiave in ambito IA. Entrambi i partner sono convinti che questa attività congiunta contribuirà in modo significativo all‘evoluzione di soluzioni IA e offrirà esperienze innovative ai singoli individui e all’intera società.

La UC Berkeley è uno dei principali istituti di istruzione superiore di tutto il mondo e ha maturato una grande competenza nel campo dell’apprendimento automatico e di altri settori legati all’IA. Il nuovo Bair Lab riunisce ricercatori di alto profilo in ambito computer vision, machine learning, natural language processing, robotica e research planning. Il Bair è composto da oltre ventiquattro facoltà e oltre un centinaio di dottorandi che svolgono attività di ricerca in questi settori, ma anche su aree trasversali come multi-modal deep learning, human-compatible AI per collegare l’IA con altre discipline scientifiche e con quelle umanistiche.

Il Noah Ark Laboratory è il polo di ricerca Huawei dedicato all’IA, machine learning e data mining. Fondato quattro anni fa, il laboratorio ha sviluppato numerose tecnologie all'avanguardia nei campi del deep learning, analisi di big data, controllo della rete di telecomunicazioni, flusso di data mining e image data mining.

 

Pubblica i tuoi commenti