ISO 14001, è ora di cambiare

Circa 20mila realtà, in Italia, hanno conseguito la certificazioni ISO 14001. Un'attestazione, di carattere esclusivamente volontario, che identifica uno standard di gestione ambientale (SGA) utilizzato per la certificazione e l'auto-dichiarazione. Le stesse linee guida, inoltre, sono adottate dalle realtà attente a valutare o migliorare il proprio sistema di gestione ambientale.
Si tratta quindi della dimostrazione, indipendentemente dall'attività svolta e dai prodotti realizzati, dell'attuazione di un programma di contenimento del proprio impatto ambientale e della sistematica ricerca di un progressivo e misurabile miglioramento.

La norma ISO 14001:2004, attualmente in vigore, è giunta alla sua seconda edizione, ma è in corso una nuova revisione che si concluderà nel 2015. Per questa ragione, il Comitato tecnico TC207 dell'ISO (International Organization for Standardization) ha lanciato un'indagine, a livello mondiale, dal titolo 'ISO 14001 Continual Improvement Survey 2013'.
L'obiettivo è quello di offrire agli esperti internazionali, chiamati a svolgere i lavori di revisione nei prossimi mesi, una serie di indicazioni utili sulle esigenze e sulle aspettative del mercato, anche in considerazione della necessità di una sempre maggior attenzione all'ambiente.

I risultati dell'indagine potrebbero avere un'importanza determinante sulle scelte degli esperti. Il questionario, che secondo le indicazioni fornite dai relatori richiede circa 20 minuti, è disponibile anche in lingua italiana al sito di ISO  e può essere compilato entro il 25 aprile.

Pubblica i tuoi commenti