Ixxat presenta CanBlue II

Wireless
Per la connessione wireless di
componenti e sistemi Can, Ixxat (gruppo Hms) lancia una versione potenziata della sua soluzione bridge, gateway e interfaccia PC universale: CanBlue II.
Grazie ai tre modi disponibili, l’utente può adattare in modo ottimale le comunicazioni dati alla specifica
applicazione in termini di latenza, throughput dati e tolleranza agli errori.
Nel modo Shortest_Latency
è possibile ottenere tempi di latenza medi di 4 ms, mentre in Quickest_Connection la
trasmissione dati è sicura anche in sistemi Can funzionanti a 1 MBit/s e con carico sul bus del 100%.
Una tipica applicazione del CanBlue II è la connessione wireless di segmenti Can tramite Bluetooth e
l’accesso al sistema wireless mediante notebook o unità di servizio palmare. Tuttavia, utilizzando il CanBlue
II, che si basa su tecnologia Bluetooth e quindi è resistente a interferenze esterne, è possibile operare anche in aree nelle quali è richiesto un collegamento estremamente affidabile,
come la connessione in rete di parti di sistema rotanti o mobili.

Il processo Fhss di Bluetooth, anch’esso utilizzato nella soluzione proposta da Ixxat, cambia circa 1.600 volte al secondo la
frequenza a cui i messaggi sono trasmessi: se su uno dei 79 canali usati si verifica un’interferenza, l’errore
viene rilevato e il messaggio viene ritrasmesso in un’altra gamma di frequenza. L’ampiezza di banda
disponibile è quindi utilizzata con parsimonia, permettendo il funzionamento in parallelo di più
sistemi Bluetooth differenti senza interferenze.

Anche la
sovrapposizione di sistemi Wlan con Bluetooth nelle immediate vicinanze interferisce solo in modo
trascurabile con il funzionamento della rete, perché solo pochi canali Bluetooth si
sovrappongono alla banda di frequenza delle Wlan.

Utilizzate come bridge, le unità trasmettono i loro dati in modo trasparente sul collegamento
Bluetooth sicuro e consentono di implementare anche applicazioni con
protocolli più elevati (CanOpen, DeviceNet, Sae J1939) o protocolli specifici del cliente. Per l’uso su PC, è disponibile un driver Windows.

Le applicazioni basate su altri sistemi operativi (per es. Android,
Linux, INtime, QNX) o su hardware specifico del cliente possono essere implementate usando un protocollo
Ascii aperto. E’ disponibile anche un’implementazione Android campione.

CanBlue II può avere un’antenna interna o esterna avvitabile che supporta distanze di trasmissione
fino a 300 m, in base alle condizioni spaziali. La qualità del segnale radio può essere letta usando
Bluetooth per monitorare la qualità del collegamento.

Pubblica i tuoi commenti