Mondo Acque: un nuovo concetto di Hmi costruita intorno all’operatore

Al Forum Telecontrollo ServiTecno propone una demo del nuovo concetto di Hmi costruita intorno all’operatore e casi applicativi nel settore delle Acque con Metropolitana Milanese e Multiservizi Ancona.

L’evoluzione tecnica che GE Digital, il partner tecnologico di ServiTecno, sta portando avanti è legata ai concetti di Augmented Operator e UX (User eXperience): lo Scada come le altre piattaforme software per il controllo e l’analisi di processo, si sta trasformando da strumento a disposizione dell’operatore a soluzione “costruita attorno” all’operatore stesso.

Una soluzione Scada moderna non può più limitarsi a offrire una semplice visualizzazione del processo o a generare cascate di allarmi e schermate leggibili solo da chi conosce l’impianto come le sue tasche -spiega Enzo Maria Tieghi di ServiTecno -. Deve invece essere una guida step-by-step nella gestione delle procedure, una soluzione che sappia filtrare gli allarmi presentati all’operatore affinché affronti le problematiche con logica ed efficienza e presentare schermate intuitive e dinamiche: queste sono tutti punti chiave che una moderna soluzione Hmi deve avere e che GE Digital ha integrato nella sua nuova proposta”.

E siccome la mobilità è oramai una delle caratteristiche basilari dell’operatore 4.0, è fondamentale poter creare schermate che siano in primis adatte ai nuovi dispositivi di visualizzazione e in secondo luogo policentriche nella loro semplicità: al primo sguardo l’utilizzatore dello Scada dovrà avere un’immagine chiara di ciò che sta succedendo sull’impianto, ma allo stesso tempo gli si dovrà dare la possibilità di agire.

 

Pubblica i tuoi commenti