Monitor 7’’ Sharp, una nuova dimensione per l’industria

Lo schermo da 7” in formato 16:9 sta emergendo come nuovo standard per numerosi dispositivi portatili di prova, misura e immissione dati per tutti i settori industriali, nonché per applicazioni nel campo dell'elettronica di consumo. Per coprire l'intera gamma di applicazioni, nel corso della prima metà del 2010 Sharp ha in programma di presentare cinque nuovi lcd tft nello standard industriale da 7”. La gamma spazia dagli schermi della classe Strong2, con intervallo di temperature d'esercizio compreso tra -30 a +80 °C, alla variante LQ070Y3DG3A tipo 'light', con temperature d'esercizio che variano da -20 a +50 °C, progettata per applicazioni consumer, fino alla variante con schermo touchscreen (tipo LQ070Y3DG3B).

Oltre alla risoluzione di 800x480 pixel, i cinque nuovi monitor industriali da 7” hanno in comune la retroilluminazione a led: Sharp ha sviluppato un telaio speciale in cui i led sono termicamente collegati alle parti meccaniche del modulo; il calore in eccesso è quindi eliminato per convezione attraverso la parte posteriore del monitor nella zona circostante, in modo da evitare l'accumulo di calore anche ad alte temperature. Pertanto, il monitor da 7” della serie Strong2 può funzionare a temperature che vanno da -30 a +80 °C, con una durata di 50mila ore di funzionamento.

Il nuovo display da 7” tipo LQ070Y3LG4A è disponibile presso gli uffici vendita e i partner di distribuzione Sharp in Europa. I due monitor lcd 'Light Industrial' (LQ070Y3DG3A, LQ070Y3DG3B) e la loro variante Strong2 (LQ070Y3LG1C) saranno introdotti alla fine del primo trimestre 2010, mentre il modello Asv (LQ070Y3LW01) sarà disponibile a partire dalla fine del secondo trimestre 2010.

Pubblica i tuoi commenti