Nell’impianto di trattamento acque Super Rimiez di Nizza la gestione è efficiente con lo Scada PcVue di Arc Informatique

Automazione Industriale Award 2012
L’impianto di trattamento acque Super Rimiez di Nizza è uno dei più grandi siti di erogazione d’acqua potabile in Europa. Costruito nel 1972, l’impianto ha visto una serie di adattamenti, inclusi una revisione nel 1998 e un aggiornamento di sistema nel 2007. L’impianto di Nizza del Settore Alpi Marittime copre dodici siti di produzione di acqua potabile con una capacità totale di 460.000 m3 al giorno e 3.400 km di rete idrica per la distribuzione di acqua potabile a 64 città e centri urbani e una popolazione di oltre 950mila persone. Super Rimiez alimenta la Citttà di Nizza (con una popolazione di circa 350.000 unità) e l’area circostante. L’acqua è distribuita alla popolazione mediante 1.200 km di rete idrica, provvista di numerose valvole, pompe e apparecchiature di regolazione. L’impianto gestisce ogni fase di un processo estremamente complesso, che trasporta l’acqua in tutto il percorso dai punti di raccolta ai rubinetti domestici. A parte la raccolta e la distribuzione dell’acqua, Super Rimiez ha anche la responsabilità del trattamento e dello stoccaggio dell’acqua in serbatoi situati in posizioni elevate. Ciò include processi di gestione presso il sito stesso, ma anche tutte le funzioni di comando e controllo remoto per le stazioni di pompaggio e gli impianti di processo secondario, situati a monte e a valle, incluse 20 unità di trattamento e 90 stazioni di telemetria.
 

La soluzione
 

Per monitorare e assicurare il funzionamento regolare di un’infrastruttura così complessa, Veolia usa il pacchetto software di monitoraggio Scada PcVue di Arc Informatique, che raccoglie i dati e li trasmette a un sistema IT centrale per l’eleborazione. PcVue elabora direttamente i dati e li visualizza mediante animazioni (quadri mimici) usando simboli che possono essere istanziati (oggetti). L’informazione raccolta è convertita in oggetti PcVue standard (oggetti evento e oggetti di segnalazione per i dati digitali e curve per i dati analogici) ed è memorizzata in un database per un successivo utilizzo nei relativi tool spreadsheet.
Presso Super Rimiez, il software controlla e monitorizza processi non solo nel sito principale, ma anche in quelli secondari. Il servizio di controllo e monitoraggio remoto installato comprende 26 terminali Scada, che acquisiscono circa 50mila variabili da circa 400 plc e Rtu. Per avviare il sistema, il team di ingegneri di Super Rimiez ha configurato 1.800 quadri mimici e 600 oggetti.
Per la trasmissione dati è utilizzato il protocollo di comunicazione Tcp/IP in tutto l’impianto, inclusi i 26 terminali Scada. Il sistema si basa su una rete privata virtuale, su linee Adsl e su rete Gprs, una connessione satellitare per i collegamenti principali e trasmissioni a pacchetti Rtc, Gsm e Sms per i dati cronodatati attraverso un server di archiviazione sicuro. La rete serve circa 450 siti di monitoraggio ed è in grado di inviare mensilmente una media di 8mila comandi e acquisire 7mila allarmi ogni mese.
 
I vantaggi

 

Le prestazioni, la facilità d’uso e la riduzione dei costi di messa in opera delle applicazioni sono stati i vantaggi principali sperimentati da Veolia Water grazie all’impiego del software PCVue. Rilevante, dal punto di  vista della sicurezza e dell’efficienza, è il fatto che il sistema installato garantisca un monitoraggio efficace e un funzionamento regolare dell’intera infrastruttura, dal sito principale ai siti secondari. 
In un’ottica di sempre maggiore sostenibilità, è invece da segnalare che le autorità delle comunità urbane di Nizza hanno recentemente manifestato la loro intenzione di diventare autosufficienti nei servizi energetici e di trattamento delle acque e hanno esplorato la possibilità di produrre elettricità dall’energia potenziale generata da una cascata d’acqua. Nel desiderio di allinearsi con questa iniziativa per ridurre le emissioni di gas serra, la Città di Nizza sta valutando una proposta di Veolia riguardante l’installazione di 4 microturbine nel sistema di erogazione idrica per convertire l’energia potenziale in potenza elettrica. L’acqua non trattata proveniente dalle montagne è canalizzata verso Super Rimiez sopra la città a circa 280 m sopra il livello del mare. La pressione elevata ottenuta in questo modo, che può raggiungere i 17 bar, è convertita in energia elettrica dalle microturbine. Questa soluzione per produrre energia rinnovabile dovrebbe permettere di generare oltre 12 GWh di potenza elettrica all’anno, l’equivalente del consumo elettrico medio di oltre 3.000 abitazioni.
 

Pubblica i tuoi commenti