Nuova sede genovese per Siemens sulla collina degli Erzelli

Mercato
A poco più di un anno dalla firma dell'accordo di locazione con Genova High Tech, Siemens apre le porte della sua nuova sede sulla collina degli Erzelli.
Gli uffici si distribuiscono su 8.500 m2 con 600 postazioni di lavoro e occupano cinque dei dodici piani dell'edificio.

Il centro di R&S sui software industriali, che da solo conta circa 650 dipendenti, ospita un training center costituito da tre sale da dodici postazioni ciascuna, una demo room e un laboratorio per lo sviluppo prodotti su scala mondiale. "A Genova Siemens è presente dagli inizi del Novecento. Oggi riunire le forze agli Erzelli conferma l'impegno nel Paese e a Genova in particolare, dove l'esperienza e la qualità degli ingegneri, dei tecnici sviluppatori e della rete commerciale fanno la differenza e rappresentano il nostro valore aggiunto locale", ha commentato Federico Golla, AD di Siemens Italia, in occasione dell'inaugurazione dei nuovi uffici a fine gennaio.

Il concept è quello dello smart working, che Siemens ha introdotto in Italia nel 2011. Lavoro mobile e flessibile, anche grazie a uffici organizzati in spazi dove il layout è caratterizzato dalla mancanza di postazioni assegnate, un maggior numero di sale riunioni, think tank, caffetterie, vetri al posto di muri, in genere maggiore contiguità. Oltre a lavorare per obiettivi, l'integrazione tra sfera personale e professionale è uno dei cardini di questa nuova modalità e, come ha detto ancora Golla: "ci fa piacere che questa inaugurazione sia proprio all'inizio del 2014, anno dedicato alla conciliazione tra vita privata e lavoro".

I team liguri di Siemens sono centri di competenza mondiali.
Il polo Operations Software di Genova, con 260 tecnici specializzati, rappresenta il centro di eccellenza globale per i sistemi di gestione della produzione.
Un altro ambito dove nell'ultimo decennio i lavoratori genovesi si sono distinti è quello dell'automazione dell'energia, nel quale operano oltre 60 tra tecnici e commerciali che supervisionano progetti all'estero, in Paesi come Turchia e Russia.
Infine, in provincia di Savona, è situato il centro di competenza europeo di Cairo Montenotte che, con  170 dipendenti, produce trasformatori di misura in alta e altissima tensione.

Pubblica i tuoi commenti