NX, Siemens Plm lancia la release 9

Sofware di progettazione
Con NX 9 Siemens Plm Software si è focalizzata più che mai sulla produttività del processo di sviluppo prodotto, puntando alla creazione di valore aggiunto attraverso la soluzione di problematiche comuni a diversi settori: automotive, aerospace, marine, prodotti di largo consumo, machinery ed elettronica.
 “NX 9 rappresenta una tappa importante per Siemens, per i nostri clienti e per lo sviluppo dei prodotti in generale,” ha dichiarato Jim Rusk, Senior Vice President, Product Engineering Software, Siemens Plm Software. “Con innovazioni importanti come la tecnologia sincrona per il 2D, 4GD e NX Realize Shape, offriamo ai nostri clienti una flessibilità in progettazione senza precedenti, aumentando al tempo stesso la loro produttività nella fase di sviluppo dei prodotti. Inoltre, sfruttando la nostra soluzione Active Workspace, miglioriamo l'esperienza ad alta definizione dell'utente, aiutando i nostri clienti a prendere decisioni più efficaci che si traducono in prodotti migliori”.
Un aspetto che può risultare di particolare interesse per l'utenza italiana del settore machinery è proprio la tecnologia sincrona per il 2D.
Infatti, se la modellazione 3D è ormai il metodo preferito di progettazione in tutto il mondo, i disegni e i dati di prodotto in 2D (nei formati digitali più svariati) sono ancora molto utilizzati e, a causa delle strutture dati incompatibili e della disomogeneità dei sistemi, lavorare su file 2D è solitamente dispendioso in termini di tempo.
In NX9 la Synchronous Technology per il 2D risolve questi problemi, immettendo 'intelligenza' nei dati 2D, senza bisogno di conversioni, in modo che gli utenti possano modificare file multi-cad in maniera intuitiva, fino a cinque volte più velocemente. “La tecnologia sincrona per il 2D di Siemens è uno strumento Next Generation 2D che risolve molti dei problemi legati al disegno e alla messa in tavola”,  spiega Chad Jackson, Principal Analyst for Lifecycle Insights, società di ricerca e consulenza in ambito plm. “Il sistema 'capisce' le relazioni geometriche intrinseche dei disegni 2D e applica regole predefinite dall'utente nei punti di intervento, allo scopo di realizzare modifiche intelligenti. Le stesse regole sono applicate localmente invece che globalmente per assicurare prestazioni più veloci”.

Un ultimo cenno è d'obbligo per l'integrazione di Active Workspace 2.0, l'interfaccia verso Teamcenter che consente agli utenti di NX 9 di trovare velocemente tutte le informazioni rilevanti (parti, attività, workflow, requisiti e specifiche), attingendo anche a diverse fonti esterne di dati.

Altri dettagli sulla nuova release puoi trovarli sul numero di novembre di Automazione Industriale.

Contatta la redazione per saperne di più o tieniti aggiornato sulla nostra edicola digitale.

Pubblica i tuoi commenti