Occupazione: record in Germania

Malgrado la crisi della finanza, l'economia reale è in forte crescita in Germania. Lo dimostra l'annuncio dell'Ufficio Federale di Statistica tedesco, secondo il quale gli occupati hanno superato quota 41 milioni. Si tratta del più alto livello raggiunto dalla riunificazione del Paese nel 1990.
Il risultato è frutto di ben 535mila occupati in più, in crescita dell'1,3%, rispetto all'anno precedente.
Dopo la recessione del 2009, infatti, la Germania ha registrato una sensibile ripresa economica, portando i tasso di disoccupazione a scendere sotto il 7%.
Una situazione resa possibile da una serie di riforme strutturali che portano i responsabili tedeschi, malgrado il rallentamento economico atteso nei prossimi mesi, a guardare con un certo ottimismo al 2012. Anche in considerazione del fatto che un elevato numero di occupati rappresenteranno uno stimolo ai consumi e alla domanda interna.
Un ottimismo confermato dagli industriali e da un indice Pmi degli ordinativi dell'industria manifatturiera che è salito a quota 48,4. Un dato molto vicino a quota 50, in valore che separa la contrazione dalla crescita.

Pubblica i tuoi commenti