Qualità più vicina con il sensore laser di distanza Banner Engineering

Banner Engineering ha ampliato le funzionalità dei propri sensori di distanza serie Q4X, con un nuovo modello analogico per misurare le distanze e una migliore capacità di rilevamento sul modello discreto, che ora  può 'vedere' anche gli oggetti trasparenti e i cambiamenti di contrasto.

Grazie al rilevamento della distanza con risoluzione inferiore al millimetro, il nuovo modello analogico Q4X misura l'altezza e i livelli di riempimento, completando la capacità di rilevamento della presenza o dell'assenza propria del modello discreto. Ciò consente al sensore di supportare più applicazioni, tra cui il facile interfacciamento analogico al controllore, sul quale diventa così più semplice la programmazione. La sincronizzazione master-slave evita la mutua interferenza in situazioni che richiedono più di un sensore, compreso l'utilizzo di sensori opposti per la misurazione dello spessore. Altre applicazioni per il modello analogico Q4X sono il controllo degli errori, il posizionamento delle parti, il diametro del rullo, il controllo del ciclo e la verifica dimensionale.

Il sensore laser discreto originale Q4X ha invece una nuova funzionalità di apprendimento, che gli consente di rilevare oggetti trasparenti senza necessità di un retroriflettore. Inoltre, il sensore è in grado di determinare non solo se un oggetto sia presente alla distanza corretta, ma anche se sia o meno l'oggetto corretto. La nuova modalità di apprendimento supporta il rilevamento del riconoscimento dei colori per il controllo della qualità nell'imbottigliamento, nei beni di consumo, nel settore automobilistico e in altri settori.

Tutti i sensori Q4X sono disponibili in intervalli di distanza fino a 300 mm. L'alloggiamento in acciaio inox 316L è classificato IP67, IP68 e IP69K per la durata in un'ampia gamma di condizioni operative difficili.

Le soluzioni Banner Engineering sono disponibili in Italia presso Turck Banner.

Pubblica i tuoi commenti