Rfid per identificazioni ‘smart’

Rfid

Le continue integrazioni nel settore dell'automazione di sistemi Rfid rende più agevole il collegamento a terminali macchina e di sistema nel campo della logistica, della tracciatura della produzione e delle strutture It industriali. Molti sistemi di accesso dati e Bde sono basati su sistemi Rfid a 13,56 MHz, questo significa che la recente innovazione Rfid di B&R è compatibile con le normative Iso 14443 e Iso 15693. Questo permette una semplice identificazione dell'utente sull'unità di controllo. In particolar modo nel settore della produzione di macchine e sistemi, una rapida e sicura identificazione dell'utilizzatore sull'interfaccia utente assicura un elevato livello di sicurezza. L'utente deve solo tenere in mano il proprio Id tag e avvicinarlo al dispositivo d'identificazione. La limitazione della distanza dall'unità di lettura/scrittura ridotta a pochi centimetri impedisce identificazioni involontarie di un dipendente che potrebbe passare nelle vicinanze.
Il design compatto e il cavo Usb precablato consentono di raggiungere un livello di protezione fino a Ip69K. In questo modo le coperture protettive addizionali non sono più necessarie, rendendo molto più semplici le installazioni.
Le unità Rfid possono essere installate in modo flessibile e integrate nella cover del quadro elettrico o sulla struttura del dispositivo. Anche se questo assicura già una protezione completa Ip65 come caratteristica standard, grazie alla integrazione di moduli Rfid nei dispositivi B&R gli utilizzatori possono trarre ulteriore vantaggio dal design con caratteristiche igieniche e ad alto livello di protezione fino a Ip69K. B&R fornisce sistemi d'identificazione anche per l'uso nelle industrie che necessiano di elevati requisiti di igiene, come nel beverage, farmaceutico e alimentare.

Pubblica i tuoi commenti