Secondo Frost&Sullivan trilioni di dollari saranno generati da cinquanta tecnologie

Mercato
Nel corso dei prossimi cinque anni, le 50 tecnologie più importanti a livello globale genereranno un potenziale di mercato complessivo di 2,8 trilioni di dollari. Soltanto nel 2013, l'investimento globale in ricerca e sviluppo per queste 50 tecnologie ha superato i 120 miliardi di dollari.

Lo sostiene una recente analisi di Frost & Sullivan
sulle 50 tecnologie più innovative del panorama attuale, con un
potenziale commerciale a breve termine, che evidenzia tra l'altro la necessità di
rivalutare costantemente la struttura aziendale.

Le 50 tecnologie più innovative
identificate da Frost & Sullivan spaziano in nove diversi settori,
tra cui: ICT, tecnologie per dispositivi medici e di imaging,
manifattura avanzata e automazione, sensori e controlli, materiali e
rivestimenti, microelettronica, tecnologie 'green' per l'ambiente,
energie sostenibili, salute e benessere.
I progressi tecnologici potrebbero rappresentare una prospettiva che
suscita timori in alcune aziende, ma accoglierli - e attingere così alle
possibilità di convergenza - produrrà un vantaggio.

“Un obiettivo importante è mostrare come le aziende possono collaborare e creare soluzioni per il futuro insieme a partner finora inaspettati", afferma Ankit A. Shukla, Practice Director del gruppo Technical Insights (Europa) di Frost & Sullivan. "Abbiamo creato un programma specifico per tenere traccia delle nuove tecnologie e sfruttare le opportunità di diversi miliardi di euro che nascono dalla possibile convergenza tecnologica”.

Sono stati identificati molti esempi interessanti di convergenza tecnologica: opportunità collegate alle infrastrutture oil & gas 'self-healing' (o autoriparanti) come risultato della convergenza dell'elettronica flessibile e dei rivestimenti superidrofobici; le tecnologie di realtà aumentata assimilate all'elettronica indossabile offriranno una migliore user experience per i settori consumer, difesa, istruzione e videogiochi; il settore della sanità trarrà vantaggio dalla tecnologia di stampa 3D, rendendo possibile la guarigione personalizzata delle ferite grazie alla pelle artificiale stampata in 3D.
Queste tecnologie registreranno un tasso di adozione significativo intorno al 2019-2020.

Pubblica i tuoi commenti