Telmotor con Dieffe Automazione portano soluzioni di smart factory a Milani

 

 

 

Un connubio tra la meccanica tradizionale e le innovazioni tecnologiche introdotte dalla Smart Factory. Questo l’obiettivo della collaborazione tra Milani  e Dieffe Automazione, che hanno puntato al completo restyling degli impianti Raddrizzafilo Serie “RT”, grazie al supporto tecnico fornito dal reparto Industrial Automation di Telmotor.

La sinergia

Milani, azienda Oem di Presezzo, che dal 1986 opera nel settore degli impianti per la lavorazione del filo e della catena metallica, lavora in stretta sinergia con Dieffe Automazione, System Integrator specializzato nella fornitura di hardware e servizi completi di automazione industriale elettrica, elettronica e software.

Insieme le due aziende hanno ideato, sviluppato e industrializzato un ambizioso progetto,nato dall’esigenza di un radicale restyling degli impianti Milani Raddrizzafilo serie “RT”,  che ha portato alla realizzazione e sviluppo della sezione meccatronica e dell’interfacciamento verso la Smart Factory .

L'idea realizzata

L’esigenza iniziale di Milani verteva su due fronti: la necessità di evolvere tecnologicamente il proprio catalogo prodotti e la volontà di realizzare nuove tipologie di impianti, in grado di soddisfare i rinnovati target, imposti dalla naturale evoluzione dell’industria manifatturiera. Sulla base di questi principi è quindi nata l’idea della nuova linea Milani Raddrizzafilo serie “RT”.

È qui che entra in gioco la qualificata esperienza della Business Unit Industry Automation di Telmotor. Grazie alla fornitura di componentistica elettronica e soluzioni digitali Siemens, alla meccanica ad elevato standard qualitativo e a prodotti totalmente “made in Italy”, il processo di reingegnerizzazione della linea Milani Raddrizzafilo serie “RT” ha ampiamente superato gli obiettivi prefissati.

Il risultato di questa sinergia è una linea di impianti completamente rinnovata, la sintesi perfetta tra i tradizionali sistemi meccanici e i più innovativi sistemi meccatronici di controllo. Tutto ciò abbinato alle più moderne tecnologie informatiche, orientate alla digitalizzazione dei processi d’impresa (Smart Factory).

Le tecnologie

La scelta di un approccio di tipo meccatronico si è rivelata vincente. La nuova piattaforma si basa sull’architettura a completo controllo digitale dei devices interconnessi e delle relative funzionalità. Dagli inverter rigenerativi Siemens Sinamics G120, agli azionamenti intelligenti Sinamics S120, alle interfacce Hmi Simatic Comfort Panel, fino ai nuovi Gateway Iot Solution di Siemens per la trasformazione digitale delle imprese, tutto è coordinato in modo veloce, preciso e in sicurezza dalla Cpu Simatic S7 1200 Fail-Safe.

Il software che governa l’impianto permette la gestione in modo semplice e flessibile di tutte le funzioni, parametri e lavorazioni. Questa flessibilità ha permesso una complessiva riduzione dei tempi incrementando di conseguenza la produttività, sempre nel rispetto delle tolleranze raccomandate.

Il valore aggiunto

Miglioramento dell’efficienza energetica, elevato contenuto tecnologico, maggior produttività, affidabilità e funzioni disicurezza, digitalizzazione ed informatizzazione dell’intera catena di produzione, incentivi e sgravi fiscali come previsto dalla Legge di Stabilità 2017.

Tutti aspetti tangibili che hanno raggiunto un riscontro favorevole nell’industria del cavo e del filo metallico, confermando Milani un punto di riferimento del settore a livello globale. Questi i numerosi vantaggi ottenuti grazie al prezioso contributo offerto da Telmotor.

Alla luce dei recenti sviluppi e del successo ottenuto dalla nuova linea di impianti per la lavorazione del filo metallico, è stata quindi avviata la fase di riprogettazione e realizzazione delle nuove linee di impianti per la produzione, la lavorazione ed il test per catene metalliche. Anche per questo nuovo progetto, la risposta Milani -Dieffe Automazione sarà costituita da una soluzione di tipo Meccatronico, in linea con gli standard dell’Industry 4.0.

Pubblica i tuoi commenti