Tmc crea una linea di confezionamento innovativa grazie alle soluzioni Rockwell Automation

Automazione Industriale Award 2011
Con 1.200 macchine in funzione, il 90% delle quali esportate, Tmc - Tissue Machinery Company è tra i principali produttori mondiali di linee per il packaging primario dei rotoli di carta igienica e da cucina e per quello secondario dei pannolini. L'azienda di Bologna, sempre attenta ad anticipare le esigenze di un mercato in continua evoluzione, è uno dei fornitori accreditati di  un settore che ha recentemente deciso di sostituire il cartone dell'imballo secondario dei prodotti con il film plastico, per meglio adattarsi alle esigenze della grande distribuzione.
Tmc si è quindi affidata a Rockwell Automation per realizzare una linea di confezionamento che potesse operare a ciclo continuo, senza interrompersi nemmeno per sostituire la bobina di confezionamento o per realizzare il cambio formato.

L'applicazione

Oltre alla necessità di automatizzare un processo che, precedentemente, richiedeva un'elevata manualità, vi era l'esigenza di  poter usare, sulla linea,  film plastici differenti, compresi i nuovi prodotti ecologici, senza sfridi o scarti, con un'elevata disponibilità della linea stessa.
Sostituire il cartone con il film creava inoltre il problema della scarsa stabilità delle pile di pannolini.  La soluzione adottata da Tmc prevede un sistema capace di operare con un controllo in positivo: il singolo pannolino, così come il pacchetto, non viene mai abbandonato, ma è sempre gestito da un sistema di tenuta fisico, le cui dimensioni vengono fatte variare, automaticamente, in funzione della tipologia di confezione da gestire. Il sistema di confezionamento sviluppato in collaborazione con Rockwell Automation, denominato D-Plant, è sviluppato in cinque stazioni di lavoro (D-Wrap, D-Flex, D-Logic, D-Store e D-Strech), tutte controllate in Ethernet e con gli assi, variabili da due a 17, gestiti dal Allen-Bradley Kinetix 6000 di Rockwell Automation. Innovativa è anche la soluzione di accumulo (D-Store) dei pannolini: la linea di imballaggio opera a una velocità superiore rispetto a quella di produzione, consentendo di creare una sorta di polmone nel quale, a fronte della necessità di sostituire la bobina o cambiare il formato, possono essere momentaneamente stoccati i pannolini in arrivo dalla produzione.
L'impianto provvede così, autonomamente, a deviare i pannolini nel sistema di accumulo, riprendendo poi il normale percorso non appena, attraverso la rete Ethernet/Ip, viene segnalato al Pac Allen-Bradley ControlLogix il completamento delle operazioni a valle.
In seguito la velocità di confezionamento è progressivamente aumentata, consentendo di liberare il polmone stesso e tornare a regime. I pannelli touch screen Allen-Bradley PanelView di Rockwell Automation consentono di richiamare una delle oltre cento composizioni dei pacchi e reimpostare direttamente l'intera linea di confezionamento. L'operazione è resa possibile dagli azionamenti Allen-Bradley PowerFlex40.

I vantaggi

Diversi benefici sono stati ottenuti in termini di efficienza produttiva e di sicurezza. La linea offre un'altissima disponibilità, perché grazie al sistema di accumulo tutte le operazioni di cambio formato e sostituzione dei materiali di consumo possono essere fatte in corsa, senza interferire con il normale funzionamento. Avendo creato singole isole dedicate a uno specifico compito e prive di intervento manuale, è stata massimizzata l'efficienza. Tutte le zone potenzialmente pericolose sono protette da porte interbloccate e supervisionate da un GuardLogix e ControlLogix Pac con controllo di sicurezza integrato. La programmazione, la gestione e il mantenimento in un unico ambiente del controllo di standard e sicurezza consentono la comunicazione del controllo di standard e sicurezza attraverso la rete EtherNet /IP, con maggiori capacità di diagnostica e manutenzione da parte di Rockwell Automation.

Pubblica i tuoi commenti