Tpa, un debutto soddisfacente per gli organizzatori

Eventi
Si
è
conclusa
con
7.500
presenze la prima edizione di Tpa Italia, la
nuova
piattaforma
fieristica
B2B
dedicata
ai
sistemi
di
azionamento,
trasmissione
di
potenza,
fluidotecnica
e
automazione
svoltasi
presso
Fiera
Milano
Rho
dal
6
al
9
maggio.
Gli espositori sono stati 160,
in
rappresentanza
di
oltre
200
aziende
di
17 Paesi
diversi. La fiera è stata visitata da  costruttori
di
macchine,
end
user e delegazioni
estere
provenienti, tra gli altri Paesi,
da
Russia,
Polonia,
Bulgaria,
Germania,
Francia,
Turchia,
Cina
e
Taiwan.
Tpa Italia rilancia
l'appuntamento
per
il
2016
con
la
promessa
di
continuare
nel
tempo
a
rafforzare
la
collaborazione
con
le
aziende
e
le
sinergie
con
un
mercato
caratterizzato
da
una
variabilità
e
dinamicità
crescenti.

“Questa
è
la
prima
edizione
di
un
progetto
fieristico
che
non
ha
precedenti
e
che,
in
quanto
tale,
necessita
di
tempo
per
crescere,
maturare
e
consolidarsi.
Nonostante
ciò
abbiamo
ottenuto
dei
risultati
molto
soddisfacenti.
Molte
aziende
del
settore
hanno
avuto
fiducia
in
Tpa
Italia credendo
nell'iniziativa
e
sono
state
ripagate
dal
successo
dell'evento.
Anche
il
favore
raccolto
dall'iniziativa
Match
Making
con
oltre
200
incontri
organizzati
in
anticipo
tra
visitatori
ed
espositori,
conferma
il
mio
giudizio
positivo”,
afferma
Andreas
Zuege,
direttore
generale
della
filiale
italiana
di
Deutsche
Messe.

“Volevamo
ridare
a
questo
comparto
un
appuntamento
fieristico
all'altezza
della
sua
importanza
e
della
riconosciuta
eccellenza
delle
aziende
italiane
che
vi
operano”, afferma
l'amministratore
delegato
di
Fiera
Milano,
Enrico
Pazzali.
“Gli
operatori
hanno
dimostrato
di
apprezzare
il
nostro
sforzo,
e
questo
è
un
primo
motivo
di
soddisfazione.
Ma
ce
n'è
anche
un
secondo,
per
noi
particolarmente
significativo.
Tpa Italia
è
il
risultato
della
collaborazione
tra
Fiera
Milano
e
Deutsche
Messe
(la
fiera
di
Hannover,
che
vanta
con
la
mostra
Mda
una
leadership
mondiale
nei
sistemi
di
azionamento
e
trasmissione
di
potenza).
Noi
lavoriamo
da
anni
con
Hannover
in
Cina
e
in
India,
ma
non
avevamo
mai
esteso
questo
rapporto
ad
altri
mercati,
e
in
particolare
all'Italia.

Pubblica i tuoi commenti