Un manifatturiero smart per rilanciare l’Europa

Eventi
Si intitola 'Smart Factory: l'innovazione tecnologica al servizio del rinascimento manifatturiero' la Giornata della Ricerca Anie, in programma  il 19 febbraio a  Milano, presso la sede dell'Associazione.

Al centro della giornata saranno le tecnologie innovative che stanno concorrendo a delineare la fabbrica del futuro,  presentate sia  da aziende che sviluppano componenti e sistemi per la smart factory, sia da aziende virtuose, che le hanno implementate nella loro esperienza manifatturiera.

"Le crisi recenti hanno riportato l'industria al centro del piano di crescita europeo e dopo alcuni anni di oblio la politica industriale torna a rappresentare il fulcro dell'agenda europea", dicono in Anie.
"Dall'emergere della crisi nell'Unione europea sono andati perduti 3 milioni di posti di lavoro in ambito industriale, mentre i livelli produttivi sono scesi del 10%; oggi il principale obiettivo della policy comunitaria è che dal manifatturiero torni a scaturire, entro il 2020, almeno il 20% del Pil dell'Unione".

La riflessione in atto sul manifatturiero non può prescindere da un'attenta valutazione della componente tecnologica, perchè proprio le nuove tecnologie sono la base per la creazione del valore nei sistemi interni allo spazio factory.

Anche nel nostro Paese è cresciuta l'attenzione al tema della fabbrica intelligente. Le imprese italiane, anche operanti nei settori più tradizionali, hanno operato un'ampia revisione del portafoglio prodotti verso componenti a più alto valore aggiunto, hanno investito in nuovi canali di distribuzione e si sono orientate con forza ai nuovi mercati esteri, seguendo un percorso complesso e articolato, che ha avuto ampie ripercussioni sui processi produttivi e gestionali.

La smart factory, ossia la fabbrica resa evoluta e 'intelligente' grazie all'impiego delle tecnologie, è un tassello che va a concorrere alla creazione di un più ampio contesto urbano evoluto e ad esso si interconnette.
Per tali motivi la gamma di tecnologie interessate dall'evoluzione della Fabbrica intelligente è sempre più ampio e trasversale e si caratterizza per un elevato grado di integrazione con lo spazio esterno. Tra queste, le tecnologie per l'automazione hanno contribuito in modo importante alla  trasformazione dei processi industriali, basti pensare all'internet of thing, alle tecnologie wireless e ai moderni strumenti di progettazione e simulazione.

Ad aprire la Giornata della Ricerca Anie sarà Giambattista Gruosso, professore del Politecnico di Milano, mentre la moderazione del convegno sarà affidata a Pietro Palella, vice presidente Federazione Anie per la Ricerca e l'Innovazione.
Tra le aziende che porteranno la loro testimonianza, citiamo Heidenhain Italiana, Rockwell Automation, Speed Automazione, Sew Eurodrive, Siemens e Gruppo Loccioni.

Pubblica i tuoi commenti