Unidrive M, flessibilità in sette versioni

Controllo motore

È stata scelta la fiera Sps/Ipc/Drives 2012, in programma a Norimberga dal 27 al 29 novembre, per il lancio della nuova famiglia di convertitori Unidrive M di Control Techniques. I nuovi convertitori, la cui commercializzazione è attesa per i primi mesi del 2013, sono progettati per le esigenze specifiche di controllo motore nell'industria manifatturiera e si ispirano, come spiega Carlo Previderè, direttore generale di Control Techniques Italia, “a un'idea generale di 'flessibilità estrema' e di 'apertura alle esigenze future' degli utilizzatori nell'ambito dell'automazione applicata alla produzione industriale”.

La nuova serie Unidrive M include sette modelli (M100, M200, M300, M400, M600, M700, M800) pensati con diversi livelli di prestazione e funzionalità per applicazioni di controllo motore in un range da 0,25 kW a 1,2 MW, per svariati tipi di motori industriali, dai motori ca a induzione standard, ai motori lineari altamente dinamici, ai motori a magneti permanenti ad alta efficienza o ai servomotori ad alte prestazioni.

Tra gli aspetti più innovativi degli Unidrive M, Previderè menziona il protocollo Ethernet real-time integrato con Precision Time Protocol, secondo Ieee 1588 V2, e gli strumenti di interfaccia uomo/macchina. “Il protocollo Ethernet permette di incrementare il controllo macchina con comunicazioni rapide e flessibili, per ottenere velocità di sincronizzazione in rete inferiori a 1 µs e velocità di aggiornamento fino a 250 µs”.

Per quanto riguarda la programmazione, gli strumenti software PC tools di Control Techniques permettono di creare un backup dei parametri di configurazione ed eseguire più rapidamente la diagnosi dei guasti. I software di programmazione utilizzano i linguaggi in ambiente CoDeSys basati sullo standard aperto Iec61131-3, per soddisfare i requisiti applicativi dell'automazione industriale.

Un'attenzione specifica è stata data ovviamente anche alla sicurezza. Le funzioni di Machine Safety ottimizzano l'efficienza produttiva della macchina, proteggendo persone e beni materiali, e contribuiscono a soddisfare i requisiti di Sil3 (Safety Integrity Level 3). I sette modelli di Unidrive M offrono livelli alternativi di funzioni di sicurezza integrata per soddisfare le varie esigenze produttive, riducendo i componenti esterni e i costi complessivi della macchina.

Pubblica i tuoi commenti