Buon riscontro per la prima Powerlink Convention italiana

Reti
La Powerlink Convention si è tenuta l’8 ottobre al Tecnopolo di Reggio Emilia, dopo che il Consorzio Epsg (Ethernet Powerlink Standardization Group) ha scelto il nostro Paese come sede dell’evento, considerato il buon numero di costruttori di macchine, utenti finali, integratori e fornitori di dispositivi Powerlink presenti nel nostro mercato.
Il successo dell’evento è stato confermato dall’affluenza e dalla profilazione dei visitatori: oltre 150 partecipanti tra Oem, end user, system integrator, studi di ingegneria e progettazione, sviluppatori, direttori tecnici, direttori di stabilimento, progettisti, docenti e ricercatori interessati alle tecnologie di comunicazione basate su Ethernet industriale con capacità real-time.

Le tre aree tematiche - Sensori e Attuatori, Integratori di Tecnologia e Sistemi di Controllo - hanno incontrato l'interesse dell'audience, che ha potuto approfondire gli aspetti più tecnici grazie alla presenza degli esperti del settore, incontrare gli utilizzatori che hanno già utilizzato questo bus ottenendo dei vantaggi applicativi concreti e vedere la vasta gamma di prodotti con interfaccia Powerlink, proposti direttamente dai partner dell’evento: Abb, B&R, Cognex, Comau, Eaton, Festo, Hilscher, Hms, Laumas, Mts Sensor, Nord Drivesystems e Telestar.

"La Convention è risultata essere il più grande evento dedicato a uno standard di comunicazione industriale in Italia e una conferma del grande successo di Powerlink nel Paese, a dimostrazione che l'industria italiana è consapevole dell'importanza della rete di comunicazione come vera e propria spina dorsale su cui basare la progettazione delle macchine più moderne”, afferma Stéphane Potier, Technology Marketing Manager Epsg. “Powerlink è il bus che si sposa perfettamente con il concetto di automazione integrata, chiave del successo per i costruttori italiani di macchine, end user e system integrator".

Pubblica i tuoi commenti