Qualcomm Technologies e Siemens sviluppano il primo network 5G privato in ambito industry

Nel laboratorio di Siemens Automotive a Norimberga, in Germania, Qualcomm Technologies e Siemens hanno completato un progetto proof-of-concept dimostrando l’utilizzo del primo network 5G privato standalone (SA) in un vero contesto industriale attraverso la banda da 3,7-3,8 GHz.

Qualcomm Technologies fornirà la rete 5G di prova e i device industriali basati sempre su tecnologie 5G Qualcomm, mentre Siemens provvederà alla fornitura di device industriali, come veicoli a guida autonoma.

“Siamo entusiasti di annunciare il progetto di collaborazione con Siemens per i network 5G privati. Il programma fornirà importanti insight che entrambe le aziende potranno sfruttare per futuri utilizzi e segna un passo fondamentale verso l’integrazione del 5G nell’automazione industriale”, ha commentato Enrico Salvatori, Senior Vice President, Qualcomm Europe, Inc. & President, Qualcomm Europe/MEA. “La combinazione delle nostre conoscenze in campo di connettività 5G con il profondo know-how del settore di Siemens ci aiuterà a dispiegare tecnologie, definire soluzioni e lavorare per rendere realtà il futuro dell’industria smart.”

5G: una porta d’ingresso per tutte le reti wireless in ambito produzione

“Il 5G industriale è la porta d’ingresso per tutte le reti wireless in ambito produzione, manutenzione e logistica. La possibilità di scambiare una vasta quantità di dati, la trasmissione ultra affidabile e latenze estremamente basse permetteranno aumenti significativi in termini di efficienza e flessibilità nel settore industriale”, ha aggiunto Eckard Eberle, CEO of Process Automation di Siemens.

“Siamo estremamente entusiasti di aver attivato questa collaborazione con Qualcomm Technologies, così da poter essere in grado di guidare lo sviluppo e l’implementazione di network 5G nel settore industriale. La nostra esperienza decennale nel settore industriale, combinata con il know how di Qualcomm Technologies, sta preparando la strada per l’avvento delle reti wireless nella fabbrica del futuro”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome