Stratasys a MECSPE 2018 con la sua tecnologia per il manifatturiero

MECSPE  2018 (dal 22 al 24 marzo a Parma, Italia), Stratasys presenterà le sue soluzioni di fabbricazione additiva per il settore manufatturiero, dalle applicazioni di prototipazione rapida agli strumenti, alla produzione delle parti finali (Padiglione 6, Stand L31).

I visitatori avranno l'opportunità di vedere, presso lo stand, le soluzioni di stampa 3D Fdm e PolyJet più recenti e di ascoltare le esperienze di  progettazione e produzione direttamente da aziende clienti di Stratasys. Tra queste, Opel, Siemens, Gkn Driveline, Safilo, Swift Engineering e molte altre anche nelle Pmi.

Un'offerta ricca e variegata

Tra prodotti e  tecnologie, Stratasys presenterà la stampa 3D multi-materiale a colori ad alta risoluzione mediante Objet500 Connex3. La capacità unica di produrre parti complesse in più materiali e colori in una sola stampa, consente ai progettisti di eliminare diversi processi di assemblaggio e lavorazione successiva associati alle tecnologie di stampa con un singolo materiale/colore.

Stratasys illustrerà come lo sviluppo continuo di termoplastiche di produzione ad alta temperatura ed elevate prestazioni e l'incremento della produttività delle sue stampanti 3D di produzione consentano la creazione di strumenti di produzione che in precedenza erano impensabili o non convenienti dal punto di vista economico.

Le attrezzature di produzione stampate in 3D offrono una riduzione dei costi significativa rispetto ai materiali per gli strumenti tradizionali e un gran numero di altri vantaggi meno quantificati, tra i quali ad esempio un notevole risparmio di peso.

Termoplastiche in 3D sostituiscono il metallo

Per le aziende interessate alla possibilità di sostituire i componenti in metallo, pesanti e spesso costosi, con le termoplastiche stampate in 3D, Stratasys farà una dimostrazione del materiale nylon 12CF FDM, il primo materiale di stampa 3D Fdm composito del settore.

Si tratta di una termoplastica caricata con fibra di carbonio che contiene il 35% in peso di fibra di carbonio e che ha dimostrato di possedere una resistenza tale da sostituire il metallo e consentire ai progettisti di sviluppare progetti più pratici e funzionali.

Questo punto è esemplificato dal cliente olandese di Stratasys, Visual First, che utilizza il nylon 12CF Fdm per sostituire le parti metalliche della macchina per il proprio cliente, The Chocolate Factory.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome