Il packaging protagonista a Cibus Tec

l settore alimentare è una delle eccellenze italiane e la sua valorizzazione passa, necessariamente, attraverso il packaging. Per questa ragione nel corso di Cibus Tec, in calendario sino al 31 ottobre a Parma, le tecnologie del confezionamento sono tra le più discusse.
Del resto, come ha rilevato l'ultima indagine Ucima, in Italia ben 621 aziende operano nell'ambito del packaging, dando lavoro a quasi 27mila addetti e posizionandosi al primo posto come settore per giro d'affari e propensione esportativa tra i costruttori di beni strumentali.
L'eccellenza dei produttori italiani è confermata dal fatto che l'83% del fatturato totale viene esportato all'estero, per un valore di quasi 5 miliardi. Anche in una fase economica difficile, inoltre, lo scorso anno il settore è cresciuto di oltre il 9%.
Un ruolo determinante è proprio quello dell'industria alimentare (food e beverage), che incide per il 63,7% sul volume d'affari complessivo. Nello specifico, le macchine per il beverage generano la quota maggiore del fatturato di settore, con oltre due miliardi di euro (35,2%) e una propensione esportativa dell'88%. Mentre il food (28,5% del totale) ha realizzato un fatturato di 1.708 milioni.
Le macchine più vendute risultano essere le confezionatrici, con il 38,2% delle quote totali, seguite dalle “Riempitrici e dosatrici, chiuditrici e macchine di controllo”, che contribuiscono per il 26%. Equamente distribuito il restante fatturato fra le altre tipologie di macchine, guidate da quelle per il confezionamento secondario e il fine linea.

Pubblica i tuoi commenti