Rockwell Automation aggiunge nuove funzioni all’ambiente Studio 5000

Tempistiche di progettazione ridotte e maggiore sicurezza sono i principi ispiratori delle nuove funzionalità introdotte da Rockwell Automation nell'ambiente di sviluppo integrato Rockwell Software Studio 5000, per snellire il processo di progettazione e configurazione e supportare al massimo i progettisti, oggi sempre più sotto pressione nel fornire sistemi di automazione in tempi sempre più brevi.

Il software, infatti, ora prevede un’integrazione più ampia con gli strumenti di ingegneria, uno script pre-sviluppato di applicazione che va a sostituire il codice personalizzato, e nuove funzionalità per contribuire a migliorare gli aspetti di sicurezza.

rockwell studio 2

L'applicazione Studio 5000 Architect è ora in grado di scambiare, in modo collaborativo, i dati con gli strumenti di ingegneria di uso corrente, come ad esempio, Eplan e AutoCad. Il trasferimento bidirezionale dei dati contribuisce a ridurre il tempo di avvio, poiché permette di ovviare alla necessità da parte dei progettisti, di digitare i dati di controllo dagli strumenti di ingegneria al software Studio 5000.

Rockwell Automation ha anche aggiunto all’applicazione Studio 5000 Application Code Manager uno script presviluppato di applicazione. I tecnici possono utilizzare questo script anziché creare un codice personalizzato, ciò permette di risparmiare tempo e di standardizzare più agevolmente i sistemi. I contenuti inizialmente includeranno la libreria di oggetti di processo e librerie di codice di controllo di costruttori di macchine di Rockwell Automation, maschere Hmi, allarmi, eventi e historian tag.

Per contribuire a migliorare la sicurezza, Rockwell Automation ha aggiunto all’applicazione Studio 5000 Logix  Designer un contenuto di protezione, basato su licenza. Ciò contribuisce a garantire ai produttori la tutela del design e l'esecuzione del loro contenuti Logix, limitando l’accesso di chi può visualizzare o modificare il codice sorgente. In questo modo viene anche limitata la possibilità di duplicare il codice in macchine non autorizzate e si aiutano gli Oem a ridurre il rischio che gli utilizzatori possano copiare il codice in una macchina non di loro produzione.

Inoltre, poiché i controllori Logix possono ora autocontrollare le modifiche al sistema, per gli utilizzatori è possibile effettuare la supervisione di questi cambiamenti tramite un accesso sicuro all'interno dell'applicazione Studio 5000 Logix Designer. In questo modo i tecnici possono gestire più efficacemente i propri sistemi di controllo. L'applicazione Studio 5000 View Designer dispone di funzionalità grafiche aggiuntive che consentono di semplificare il processo di configurazione. Gli utenti possono creare i propri grafici riutilizzabili, configurarli e collegarli facilmente ai tipi di dati Logix personalizzati e aggiungere istruzioni. Inoltre, l'applicazione Studio 5000 Designer include ora il supporto multilingue, che permette agli utenti di passare da una lingua all’altra sui propri terminali operatore.

Rockwell Automation ha anche aggiunto funzionalità di progettazione virtuale al software Studio 5000. Con la nuova applicazione Studio 5000 Logix Emulate i progettisti possono verificare, testare e ottimizzare il codice applicativo, indipendentemente dall'hardware fisico. Ciò consente di ridurre i costi di progetto e accorciare i cicli di sviluppo. L'applicazione Studio 5000 Logix Emulate può anche collegarsi a sistemi di simulazione di terzi e ai sistemi di formazione degli operatori, dando la possibilità agli utenti di simulare un intero processo e formare le proprie squadre in un ambiente più sicuro e virtuale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome