L’IoT su misura con iNebula Connect

iNebula Connect è una soluzione tutta italiana per governare la complessità dell’IoT, in grado di realizzare soluzioni su misura. Si tratta di una piattaforma distribuita e sicura  per supportare smart object, raccogliere i dati, archiviarli e distribuirli in modo intelligente. iNebula Connect  è stata introdotta sul mercato nel 2015 da iNebula, società del Gruppo Itway (nella foto Cesare Valenti, Vice President del Gruppo Itway), tra i principali player dell’Internet of Things in Italia che offrono  soluzioni business in cloud. Nel  2016 iNebula è stata anche la prima azienda a prendere parte attiva al primo progetto italiano riguardante “The Things Network” nato nella città di Milano, l’iniziativa partita da Amsterdam e replicata in diverse città del mondo, con l’obiettivo di creare una rete Open globale dedicata all’Internet of Things. Le stime indicano che entro il 2020 vi saranno oltre 20 miliardi di oggetti connessi e osservatori come Abi Research parlano di Internet of Everything, dove ogni aspetto delle nostre vite sarà connesso in rete. Anche in Italia si prevede che la spesa in IoT avrà un tasso di crescita pari al 20% anno su anno, e i settori più attivi risultano essere quelli del manifatturiero, dei trasporti e delle utilities.

iNebula Connect consente di realizzare applicativi di alto valore, fare real time analytics, con scalabilità “quasi infinita” sui dati raccolti dagli smart object. Un esempio di soluzione già realizzata riguarda un’importante azienda italiana che produce vetrine refrigerate per gelaterie e supermercati, per la quale iNebula  ha progettato un sistema IoT raggiunto via cloud su piattaforma iNebula e posizionata in Italia, che raccoglie tutti i dati dalle vetrine stesse, per la gestione del processo di post vendita. Un altro importante progetto realizzato è relativo al Cantiere Smart, che consiste nella creazione di un sistema IoT in grado di produrre notevoli migliorie nell’ambiente di lavoro “cantiere”, monitorando la posizione e le dotazioni di sicurezza dei vari operatori.

 

Pubblica i tuoi commenti