Analog Devices acquisisce Maxim Integrated, rafforzando l’offerta di semiconduttori analogici

Analog Devices, Inc. (ADI)e Maxim Integrated Products, Inc. hanno annunciato di aver stipulato un accordo definitivo in base al quale ADI acquisirà Maxim in una transazione azionaria valutata oltre 68 miliardi di dollari. L’operazione, approvata all’unanimità dal Consiglio di amministrazione di entrambe le società, rafforzerà ADI come leader nel settore dei semiconduttori analogici con una maggiore ampiezza di gamma e scalabilità su più mercati finali.

“L’annuncio dell’accordo con Maxim rappresenta il prossimo passo nella visione di ADI che consiste nel collegare il mondo fisico e quello digitale. ADI e Maxim condividono la passione per la risoluzione dei problemi più complessi dei nostri clienti e, grazie alla combinazione della nostra conoscenza approfondita della tecnologia e del nostro talento, saremo in grado di sviluppare soluzioni più complete e all’avanguardia”, ha dichiarato Vincent Roche, Presidente e Ceo di ADI. “Maxim è un’azienda rinomata nel campo dell’elaborazione dei segnali e della gestione dell’energia, con un portfolio di tecnologie collaudate e una storia unica nello sviluppo delle innovazioni di design. Insieme, siamo ben posizionati per realizzare la prossima generazione di semiconduttori e, allo stesso tempo, progettare un futuro migliore, più sicuro e più sostenibile per tutti”.

“Per oltre tre decenni, la filosofia di Maxim si è basata su una semplice premessa: innovare e sviluppare continuamente semiconduttori ad alte prestazioni in grado di permettere ai nostri clienti di realizzare qualsiasi progetto. Sono entusiasta di intraprendere questo prossimo capitolo, mentre continuiamo a sfidare i limiti del possibile insieme ad ADI. Entrambe le società presentano un forte know-how ingegneristico e tecnologico e culture aziendali innovative. Lavorando insieme, costituiremo una leadership più forte, offrendo vantaggi eccezionali ai nostri clienti, dipendenti e azionisti”, ha dichiarato Tunç Doluca, Presidente e Ceo di Maxim Integrated.

Alla chiusura dell’operazione, due amministratori di Maxim entreranno a far parte del Consiglio di amministrazione di ADI, tra cui il Presidente e CEO di Maxim, Tunç Doluca.

Motivazione strategica e finanziaria convincente

  • Leader del settore con scala globale aumentatal’unione rafforza la posizione di leadership di ADI nel settore dei semiconduttori analogici con un fatturato previsto di 8,2 miliardi di dollari e un flusso di cassa libero di 2,7 miliardi di dollari. La forza di Maxim nel settore automotive e in quello dei data center, unita alla forza di ADI nei mercati industriali, delle comunicazioni e dell’healthcare digitale, sono altamente complementari e in linea con i principali trend di crescita secolari. Per quanto riguarda il power management, l’offerta di prodotti Maxim, focalizzata sulle applicazioni, completa il catalogo ADI con prodotti di largo mercato.
  • Competenze e capacità di dominio migliorate: l’unione delle migliori tecnologie della categoria farà crescere ulteriormente la competenza di ADI nel settore e le capacità di progettazione da CC a 100 gigahertz, da nanowatt a kilowatt e da sensore a cloud, con più di 50.000 prodotti. Ciò consentirà all’azienda di offrire soluzioni più complete, servire più di 125.000 clienti e conquistare una quota maggiore di mercato pari a 60 miliardi di dollari.
  • Passione condivisa per una crescita guidata dall’innovazione: l’unione delle società riunisce culture aziendali simili incentrate sul talento, l’innovazione e l’eccellenza ingegneristica con più di 10.000 ingegneri e circa 1,5 miliardi di dollari di investimenti annuali nella ricerca e nello sviluppo. L’azienda con il nuovo assetto societario continuerà a essere un punto di riferimento per i più talentuosi ingegneri in molteplici settori.
  • Incrementi dei guadagni e risparmi sui costi e una forte posizione finanziaria e generazione di flussi di cassa completano i punti della strategia.

Tempistiche e approvazioni

La chiusura dell’operazione è prevista per l’estate del 2021, subordinatamente al rispetto delle consuete condizioni di chiusura, tra cui il ricevimento delle approvazioni regolamentari statunitensi e non statunitensi e l’approvazione da parte degli azionisti di entrambe le società.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome