Economia circolare: la startup italiana Ecoplasteam tra i finalisti del Green Alley Award 2018

Tra i sei finalisti del Green Alley Award 2018 , il primo premio per le startup europee che promuovono l'economia circolare, c’è la startup italiana Ecoplasteam.

L’annuncio è stato comunicato dal Consorzio Erp Italia, tra i primi sistemi collettivi no profit in Italia in termini di raccolta di rifiuti di apparecchiature elettriche (Raee) e rifiuti di pile e accumulatori (Rpa) e partner italiano del Green Alley Award 2018.

I finalisti del Green Alley Award 2018 sono sei startup provenienti da Germania, Regno Unito, Italia, Paesi Bassi, Austria e Repubblica Ceca, che hanno convinto i giudici con i loro concept riguardanti lo sviluppo di materiali sostenibili, la riduzione dei rifiuti e gli strumenti digitali per l'economia circolare.

Il vincitore, che sarà scelto dopo un pitch dal vivo alla "Haus Ungarn" di Berlino il 18 ottobre 2018, riceverà un premio di 25.000 euro.

Concept sostenibili per l'economia circolare

Lanciato nel 2014, il Green Alley Award è ormai arrivato alla quinta edizione e ha conquistato una popolarità crescente tra le startup.

I finalisti di quest'anno sono stati selezionati tra 215 candidati provenienti da 30 Paesi europei, e principalmente da Germania, Regno Unito e Italia.

Il tema del concorso di quest'anno verte su tre grandi capisaldi dell'economia circolare: l'innovazione nei rifiuti, che ha raccolto il 37% delle idee di business, le innovazioni e le nuove tecnologie di riciclo, con il 37% delle candidature e le soluzioni digitali per l'economia circolare, che sono state presentate nel rimanente 26% dei casi.

Lo sviluppo di materiali sostenibili, la prevenzione dei rifiuti e gli strumenti digitali per l'ottimizzazione di processo racchiudono un enorme potenziale di business per i giovani imprenditori e le startup, come indicato dalla varietà di progetti che hanno ottenuto il parere favorevole dei giudici.

"Ogni finalista ha sviluppato un concept unico e intelligente basato sull'idea di economia circolare" dichiara Jan Patrick Schulz, Ceo di Landbell Group.

Landell Group di Magonza ha lanciato il premio per le startup ed è fornitore leader di servizi e consulenza per la conformità chimica e ambientale su scala globale.

La soluzione di Ecoplasteam

La soluzione presentata dalla startup italiana è "EcoAllene" e risolve un problema che viene ancora ritenuto un ostacolo da numerosi esperti dell'economia circolare: la difficile separazione dei materiali compositi, come i rifiuti che includono un film plastico e un film metallico.

Invece di ricorrere a processi complessi per separare i componenti, il sistema di produzione brevettato di Ecoplasteam crea un nuovo materiale versatile che consente di realizzare capi di abbigliamento, lastre di pavimentazione o articoli per la casa.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome