Huawei e Kuka: protocollo d’intesa per lo smart manufacturing

 

Un protocollo d’intesa tra Huawei e Kuka rafforza la loro collaborazione a livello globale per lo smart manufacturing, confermando la convergenza tra il mondo Ict di  Huawei e il mondo Automation di Kuka.

Le due società hanno, infatti, già collaborato su progetti di innovazione tecnologica ed eventi marketing. Huawei 5G@Kuka ha suscitato un grande interesse con le demo live presentate in occasione dei maggiori eventi di settore. Per questo, Huawei e Kuka hanno ora deciso di estendere ulteriormente la loro cooperazione, in ambito Industria 4.0 partecipando anche alle principali organizzazioni responsabili della definizione degli standard e impegnandosi congiuntamente a far convergere efficacemente le proprie attività con il programma tedesco Industry 4.0 e il programma Made in China 2025.

Il protocollo d’intesa è stato firmato da Till Reuter e William Xu (nella foto) presso il quartier generale di Huawei a Shenzhen, al termine di un vertice di allineamento strategico tra le due società.

Till Reuter, Ceo di Kuka AG, ha commentato: “Con Huawei, leader a livello mondiale nell’ambito delle tecnologie Ict e delle soluzioni IoT, nonché azienda di rilievo in Cina - Paese centro della produzione mondiale - siamo certi che i nuovi oggetti della nostra collaborazione offriranno una quantità enorme di opportunità di guidare e facilitare l’adozione di applicazioni di produzione innovative per la fabbrica intelligente, garantendo così un significativo valore aggiunto per i nostri clienti”.

“Kuka è una delle principali aziende alla guida di Industria 4.0 e svolge un ruolo attivo nella promozione e nello sviluppo di soluzioni per la fabbrica intelligente in Germania e in tutto il mondo” ha, invece, commentato William Xu, Executive Director of the Board & Chief Strategy Marketing Officer di Huawei. “Huawei e Kuka sono esattamente complementari tra loro ed entrambe fiduciose che questa nuova partnership consentirà di accelerare il passaggio alla produzione intelligente rivoluzionando i processi industriali”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome