Mecspe 2020: ripartire con imprese e associazioni

Italia, fase 2. Dal 4 maggio, secondo quanto stabilito dal Dpcm del 26 aprile, molte imprese artigiane e PMI hanno ripreso le attività produttive. Una ripartenza che ha interessato ben 4,4 milioni di lavoratori, di cui il 60,7% attivi nel settore manifatturiero, tra i più penalizzati dal lungo periodo di lockdown. Un nuovo inizio, dunque, con nuove regole e nuove sfide da affrontare, per un comparto a cui Mecspe, la principale fiera italiana per le innovazioni dell’industria manifatturiera organizzata da Senaf, continua a dedicare il massimo impegno, facendosi rappresentante da 19 edizioni di oltre 2.300 espositori e associazioni di categoria.

Sempre al lavoro per l’appuntamento riprogrammato a Fiere di Parma, dal 29 al 31 ottobre 2020, la manifestazione prende atto degli sviluppi e delle complessità di questo periodo senza precedenti, mantenendo intatto il suo impegno al fianco delle PMI e del tessuto industriale del Paese, fiduciosa che talento, impegno e creatività continueranno a costituire i tratti distintivi e competitivi del made in Italy nel mondo.

Una nuova collaborazione tra gli attori dell’intera filiera

Un patrimonio di risorse che però deve essere supportato innanzitutto da una collaborazione tra gli attori dell’intera filiera: una nuova visione comune per la riprogettazione di una strategia industriale italiana, che MECSPE mette in campo a partire dalla sua partnership storica con Confartigianato Meccanica.

“Lo strumento fiera, inteso come presenza fisica del visitatore e dell’espositore, è di vitale importanza per le nostre aziende, e mai come ora, per il mondo che ci attende del post-covid19, lo sarà ancora di più. – ha dichiarato Paolo Rolandi, Presidente Nazionale Federazione Meccanica Confartigianato – .La voglia di incontrare di nuovo i nostri clienti e potenziali tali, confrontarci con i nostri competitor e la voglia di mostrare al mondo le nostre realtà, le nostre potenzialità, le nostre capacità di adattamento a quello che non potrà che essere un nuovo modo di fare business, è forte ed evidente. Confartigianato Imprese continuerà ad essere al fianco degli imprenditori che intendono aderire a iniziative come Mecspe, offrendo supporto logistico, economico e di sistema, ma il mondo 'camerale' e le istituzioni preposte devono comprendere l'esigenza di mettere a disposizione risorse cospicue per gli imprenditori che intendono investire in queste attività di promozione del Made in Italy con solerzia, con procedure snelle e di certo risultato.”

“Le modalità di reazione all’emergenza che sta attraversando il nostro paese rappresenterà una delle più grandi sfide a cui gli imprenditori saranno chiamati a rispondere nei prossimi mesi - ha dichiarato Maruska Sabato, Project manager di Mecspe – Mecspe c’è. C’è anche in questo momento complesso, inaspettato, sempre al fianco dei suoi espositori. Siamo arrivati alla diciannovesima edizione della manifestazione che quest’anno vedrà l’Italia in una modalità di rilancio, desiderosa di mostrare al mondo intero la sua capacità di resilienza e ancora una volta di eccellenza.”

Le iniziative

Proprio in quest’ottica Mecspe, oltre a potenziare i propri strumenti digitali nel periodo di accompagnamento fino allo svolgimento della manifestazione, riconferma la già annunciata iniziativa principale “Gamification: la Fabbrica senza limiti” - 2000 metri quadri di attività dimostrative, interattive ed esperienziali, per offrire ai visitatori la nuova concezione di fabbrica sempre più a misura d’uomo. Ma si spinge oltre, con la decisione di arricchire il programma di manifestazione, organizzando una serie di iniziative speciali tra i 12 saloni settoriali sinergici che la compongono, pensate per aiutare gli imprenditori e per agevolarne la presenza in fiera. A cominciare dalla Piazza dello Smartworking, un’area in cui i visitatori potranno approfondire le più attuali soluzioni hardware e software da poter adottare, non solo negli uffici, ma anche nelle fabbriche.

E ancora, ampio spazio all’innovazione tecnologica grazie alla Piazza delle Start-up, un luogo in cui si vogliono mettere al centro e sostenere le tante start-up che, con idee e prototipi rivoluzionari, hanno saputo dare una spinta al Paese; il Bar della meccanica, area pensata per le aziende che partecipano esponendo prodotti di volume ridotto, e il Villaggio smart manufacturing, dove saranno proposte a diversi livelli tutte le soluzioni intelligenti nell’ottica di ottimizzazione dei sistemi di produzione, proposte dalla filiera meccanica (macchine, utensili, attrezzature, componenti, servizi).

Il Design, orgoglio italiano, sarà il protagonista di un'omonima Piazza espositiva e dimostrativa. Qui le aziende interessate potranno illustrare il loro contributo nel migliorare gli aspetti di estetica, ergonomia, funzionalità, produzione e commerciabilità dei prodotti di design esposti, intercettando un pubblico ancora più ampio e variegato. L'iniziativa sarà poi supportata da un "percorso" reale e virtuale tra gli espositori di Mecspe che proporranno le proprie soluzioni dedicate.

Infine, una nuova formula espositiva, il Temporary stand: una soluzione inedita che permetterà agli espositori di non rinunciare alla presenza fisica ma di limitarla ad un giorno, a propria scelta, sui tre previsti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome