Stampa 3D, un segmento in crescita continua

Immagine 3D Print Hub

Nel 2016 l’industria della stampa 3D raggiungerà i 7,3 miliardi, mentre entro il 2020 potrebbe crescere fino a 21 miliardi di dollari. Questo è quanto emerge dal report “3D Printing: The Next Revolution in Industrial Manufacturing”, pubblicato da Consumer Technology Association (Cta) e United Parcel Service (Ups).

Il report sostiene che l’automotive e l’elettronica di consumo rappresenteranno, insieme, il 40% della crescita della stampa 3D, seguiti dal 15% dei dispositivi medici. In quest’ultimo settore, ad esempio, il 98% degli apparecchi acustici è attualmente fabbricato usando la stampa 3D.

A oggi la stampa 3D rappresenta solo lo 0,04% del mercato manifatturiero globale, ma la società di ricerche Wohlers Associates ritiene che la stampa 3D acquisirà il 5% della produzione globale, rendendolo un settore da 640 miliardi di dollari.

Sono state queste le premesse del convegno "Fabbricazione additiva. Un'opportunità per innovare nelle applicazioni industriali", organizzato da Warrant Group, Oportecnics e Poly-Shape Mgn Motorsport, in collaborazione con Air Liquide e Eos, con il patrocinio di Aita, del 22 giugno a Bologna, all'Opificio Golinelli, in occasione del quale si è discusso di come stanno profondamente cambiando progettazione, fabbricazione, qualità e sicurezza nella manifattura additiva.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome