Xnext inaugura il demo center per “allenare” gli algoritmi

Xnext inaugura il demo center per allenare gli algoritmi
Il nuovo demo center Xnext in attività: operatrice all'ispezione biscotti

Xnext, l'azienda deep tech attiva nei controlli di qualità alimentari, conquista il settore con il macchinario XSpectra. Vola verso i 3 milioni di fatturato nel primo anno di attività, apre la sede in Francia e inaugura il demo center per “allenare” gli algoritmi

Organico aumentato del 42% in un anno e headquarter raddoppiato, fatturato previsto pari a 3 milioni di euro: Xnext, azienda deep tech attiva a livello mondiale nei sistemi di ispezione X-ray multi-energy per i controlli di qualità in tempo reale nei processi industriali, si prepara a chiudere il 2021 inaugurando XSpectra Demo Center e prevedendo di espandersi in Francia con una nuova sede.

Nella nuova struttura demo i clienti possono andare a testare i loro prodotti: il software di ispezione XInspector viene specificatamente addestrato sulle macchine proprietarie e brevettate XSpectra.

Xnext inaugura il demo center per “allenare” gli algoritmiFondata a Milano nel 2014 da Bruno Garavelli e Pietro Pozzi, entrambi con un passato nel settore dell’aerospazio, l’azienda ha già alle spalle 10 anni di ricerca e sviluppo e 15 milioni di euro di investimenti grazie ai quali ha creato XSpectra.

Si tratta del più avanzato sistema di ispezione real time esistente ad oggi che, mettendo insieme fotonica, microelettronica nucleare e intelligenza artificiale, è in grado di rilevare la presenza di corpi estranei nei cibi direttamente in linea di produzione e che oggi non sarebbero altrimenti rilevabili se non ci fosse XSpectra.

Ogni macchina XSpectra installata su una linea di produzione, è in grado di ispezionare, ad esempio, 2 milioni di tortellini, 6 milioni di confezioni di biscotti, 36 milioni di formaggini, al mese.

Il 2021 è l'anno della svolta per Xnext

Il 2021 è stato l’anno della svolta per Xnext, che ha finalizzato l’ingresso nel suo capitale del fondo Neva First gestito da Neva Sgr – il venture capital del Gruppo Intesa Sanpaolo, controllato al 100% da Intesa Sanpaolo Innovation Center, società del Gruppo dedicata all’innovazione – attraverso un aumento di capitale di 5 milioni di euro e la trasformazione in Società per Azioni, altro forte segnale degli obiettivi ambiziosi della ex start up innovativa

L’aumento di capitale ha permesso all’azienda di accelerare lo sviluppo commerciale e industriale e lanciare sul mercato i macchinari, che hanno reso necessario 10 anni di R&D: di conseguenza, è stato messo in atto un nuovo piano di assunzioni, con l’organico passato in pochi mesi da 24 a 42 dipendenti altamente qualificati di cui 10 phd in materie STEM, e il necessario ampliamento dell’headquarter milanese, da 1.000 mq a 2.000 mq.

A ottobre 2021, in meno di un anno dall’avvio della commercializzazione, sono già 10 le installazioni di XSpectra in impianti industriali effettuate  da Xnext e a fine anno si arriverà a 16. Inoltre l’azienda ha già acquisito ordini per altri 30 sistemi per il 2022. Con questi obiettivi e con l’intento di raggiungere una produzione di 20 macchine al mese, l’azienda ha appena inaugurato a Milano il suo demo center.

Il Demo Center Xspectra per allenare gli algoritmi delle macchine

Fiore all’occhiello di Xnext, il nuovo XSpectra Demo Center consente all’azienda di addestrare i suoi macchinari prima di consegnarli alle aziende. La tecnologia di Xnext è infatti pensata per posizionarsi all’interno dell’ingranaggio della produzione: per questo è personalizzata in base al contesto e alle esigenze delle singole aziende. Il demo center consente di facilitare questa personalizzazione addestrando il macchinario e i suoi algoritmi.

In un nastro di ciclo continuo ad anello di 6 m di diametro, le macchine vengono fatte lavorare nelle condizioni di carico effettivo della linea in cui saranno installate con i prodotti da ispezionare che, girando senza interruzione, anche per giorni interi, consentono di accumulare un numero elevato di prodotti ispezionati sufficiente per l’addestramento del software. Il macchinario in questo modo impara a riconoscere il prodotto conforme o meno su un’elevata variabilità di prodotto attraverso l’utilizzo di reti neurali e di intelligenza artificiale.

In seguito, dopo questa prima fase di addestramento, la macchina è pronta per essere installata in linea per dare il via al test sul campo vero e proprio e considerarsi operativa e lavorare 24 ore su 24 e sette giorni su sette.

L'espansione internazionale di Xnext

La tecnologia di Xnext sta ricevendo un’ottima risposta da parte del mercato, con richieste di installazione che arrivano da Usa, Corea, Egitto, Turchia e Francia. A confermarlo la decisione di sviluppare un percorso di internazionalizzazione con l’apertura di una nuova sede in Francia, a Le Mans, con l’obiettivo di creare un punto di riferimento vicino a potenziali e attuali clienti di quello che potrebbe diventare il primo mercato per l’azienda.

La filiale francese sarà prettamente una filiale commerciale, di assistenza e R&D per clienti: il personale sarà locale, coordinato dall'azienda italiana soprattutto nella fase di partenza.

Xnext inaugura il demo center per “allenare” gli algoritmi
Bruno Garavelli

"Fino a due anni fa la nostra tecnologia era solo un prototipo, mentre oggi è presente non solo nel nostro demo center ma anche in numerosi stabilimenti ed è pronta a voltare anche oltre oceano. Possiamo essere più che soddisfatti e considerarlo molto promettente come avvio: questo ci ripaga di tanti anni di ricerca scientifica, sviluppo industriale e di importanti investimenti", sottolinea Bruno Garavelli, Ceo e Co-Founder di Xnext.

"Le aziende che scelgono di dotarsi dei nostri macchinari sono lungimiranti e sanno che grazie a questa tecnologia potranno acquisire vantaggio competitivo con un impatto positivo in termini di immagine, di costi e ambientali. Al momento ci stiamo concentrando sul settore food, dove questa necessità è più immediata, ma la tecnologia può trovare spazio in numerosi altri settori: dal farmaceutico al controllo bagagli in aeroporto, passando per l’ambito industriale, dove può essere applicata per controllo immediato su ogni tipologia di prodotto".

Dallo scorso anno Xnext  è presente sul mercato con le prime macchine di ispezione, installate su diverse linee di produzione di tortellini, formaggini, creme spalmabili a base nocciola e biscotti di aziende in Italia e in Francia. Nei prossimi mesi è in programma la consegna di nuove macchine a importanti nuovi grandi clienti multi-linea con stabilimenti produttivi europei ed extraeuropei.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome