A Piacenza con Nordmeccanica per saperne di più sul packaging ecosostenibile

Eventi
Il 16 maggio a Piacenza si svolgerà il Summit Internazionale sull'innovazione nel packaging ecosostenibile e made in Italy, dedicato in particolare alle produzioni italiane di avanguardia nel settore meccanico e alle macchine per l'imballaggio flessibile. Ospita l'evento, Nordmeccanica che, con i suoi 260 dipendenti e 82 milioni di euro di fatturato realizzato per il 99% all'estero, è uno dei nomi di spicco operanti nel settore. In occasione del Summit, l'azienda produttrice di macchine per gli imballaggi flessibili (macchine a
basso assorbimento energetico, con emissioni minime e tecnologia
solventless, ad alte prestazioni e senza utilizzo di solventi chimici), presenta il suo nuovo stabilimento dedicato alla metallizzazione, una tecnica ecosostenibile che permette di realizzare fogli e pellicole per l'imballaggio in sostituzione dell'alluminio.

Al Summit interverranno 40 operatori cinesi, guidati dal Console di Pechino a Milano, Liao Juhuali e dal Presidente degli industriali cinesi del settore imballaggi, Jialiang Xia. Nordmeccanica è infatti il primo esportatore del settore in Cina, con una quota di mercato del 65% e un proprio stabilimento a Shanghai.

Tra le altre personalità presenti, citiamo Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit, Roberto Reggi, Sottosegretario al Ministero dell'istruzione, Vincenzo De Luca, Direttore centrale per l'Internazionalizzazione presso il Ministero per gli Affari esteri  e Cesare Romiti, Presidente della Fondazione Italia-Cina.

Il nuovo stabilimento Nordmeccanica, il terzo in Italia, consentirà di creare 100 nuovi posti di lavoro, una parte dei quali già attivati. "La metallizzazione rappresenta una tecnologia d'avanguardia, che consente di abbattere i costi e ampliare la flessibilità d'impiego rispetto all'alluminio", spiega Antonio Cerciello, presidente di Nordmeccanica. "Le macchine attualmente in produzione sono già tutte vendute e abbiamo ricevuto manifestazioni di interesse da tutto il mondo, oltre che dalle aziende italiane, dove il mercato per le macchine da imballaggio tradizionali è completamente fermo".

Nordmeccanica ha cinque stabilimenti, tre in Italia, uno Cina e uno negli Stati Uniti, due sedi dirette, in India e Argentina, e una rete di rappresentanze che copre 87 Paesi.

Pubblica i tuoi commenti