Antonellimpianti ottimizza i consumi delle terme con tecnologia Servitecno

Automazione Industriale Award 2014
Aquardens è il secondo Parco Termale più grande d'Europa, situato nella  Valpolicella, a pochi km dal lago di Garda. Lagune, vasche, piscina al sale del Mar Morto, grotte e cascate mettono a disposizione oltre 5.200 m3 d'acqua salso bromo iodica, che sgorga a 46°da una profondità di 130 m ed è convogliata nelle pompe di calore, che ne estraggono il calore in eccesso per trasformarlo in energia utile al parco, consentendo un risparmio annuo di circa 1.500 t di petrolio.
Cinquanta pompe di filtrazione per il trattamento fisico dell'acqua garantiscono il mantenimento dello stato di purezza originaria, grazie anche alla presenza di filtri a raggi UV, che neutralizzano i batteri nei cinque ricambi quotidiani previsti.
L'automazione dell'impianto è stata installata da Antonellimpianti di Verona, usando soluzioni proposte da Servitecno.

La soluzione

Circa 30 km di tubazioni collegano le oltre 220 postazioni idromassaggio e i diversi giochi d'acqua del parco, che copre un'area complessiva di 35.000 m2.
L'impianto realizzato da Antonellimpianti preleva da tre pozzi l'acqua che  viene utilizzata per riscaldare le vasche termali e gli ambienti. Sono state installate due pompe di calore acqua-acqua ad alta efficienza per integrare l'energia termica prelevata dai pozzi e, parallelamente, fornire energia frigorifera per climatizzazione e deumidificazione degli ambienti interni.
Vista la complessità dell'impianto e le particolari fonti di energia, era necessario avere una completa ripartizione dei consumi termici e frigoriferi di ogni vasca/ambiente e i costi a essi associati. Per far questo sono stati installati misuratori di energia termica e analizzatori di rete elettrica su ogni utenza e un sistema Scada, progettato in Siemens WinCC, che acquisisce e storicizza i dati. Lo Scada è utilizzato per il controllo degli impianti ed è installato su una coppia di server Siemens configurati in ridondanza.
In Aquardens è presente un terzo server su cui è stato installato Mepis v.1.6, una piattaforma che offre la possibilità di monitorare e analizzare i consumi di energia degli impianti coinvolti e ottimizzare l'uso dell'energia stessa.
Distribuito in Italia da ServiTecno, MePis E&E dispone di numerosi strumenti per analisi e reportistica sui consumi e per ottimizzare l'uso dell'energia: esso presenta in modo trasparente situazioni nascoste relative al consumo di energia ed evidenzia dove sono le maggiori potenzialità di risparmio. Grazie a potenti strumenti di analisi e ottimizzazione è possibile ridurre il consumo energetico. I report automatici consentono di capire la situazione e condividere le informazioni.
Per il passaggio dei dati tra le piattaforme Siemens WinCC e Mepis è stata sviluppata un'interfaccia in linguaggio Visual Basic che, partendo dal database Sql di WinCC, organizza i dati storici relativi all'energia sul database SQL Server 2008 del server Mepis eseguendo anche dei calcoli. Con Mepis è stata inoltre sviluppata un'interfaccia utente che, basata su determinati requisiti richiesti dal cliente (Centri Di Costo del parco) e sul know-how di Antonellimpianti, è accessibile via web dagli amministratori del parco e offre la possibilità di monitorare consumi e costi di energia attraverso bar-graph, pie-chart, trend, report e altri strumenti user-friendly.

I vantaggi

Grazie all'utilizzo di Mepis v1.6, è stato possibile analizzare accuratamente i punti di impianto e le zone del parco che registravano consumi anomali, o comunque troppo alti, in termini sia di energia elettrica che termica. A fronte di ciò sono state implementate modifiche, sia software sia impiantistiche. La conseguenza di tali ottimizzazioni relative all'efficienza energetica è risultata poi chiara sui grafici e report di Mepis, che hanno evidenziato consumi e costi energetici ridotti.  

Pubblica i tuoi commenti