Cerchi lavoro? Buttati nel manifatturiero

All’interno di un mercato del lavoro che nel 2016 in Italia ha registrato una crescita del 10,4% delle offerte di lavoro totali rispetto al 2015, l’Osservatorio InfoJobs conferma la buona salute della categoria professionale "Manifatturiero, produzione e qualità", che si conferma prima per numero di offerte di lavoro con una quota del 22,8%, in crescita del 18% rispetto al 2015.

“Nonostante l’incertezza riguardante il termine delle misure legislative e degli incentivi fiscali, anche nel 2016 abbiamo assistito a una performance positiva del numero delle offerte di lavoro. Il Jobs Act ha dato un impulso significativo all’apertura di nuove posizioni in azienda, ma è fondamentale che le riforme sul diritto del lavoro proseguano per accrescere la dinamicità del mercato nei prossimi anni” dichiara Eva Maggioni, Head of Job di InfoJobs (in foto). “Anche durante lo scorso anno il Manifatturiero si è dimostrata la categoria professionale più ricercata in Italia, confermando il bisogno di figure specializzate che possano aiutare le aziende a fronteggiare uno scenario in cui la concorrenza si fa sempre più forte. InfoJobs, forte della sua significativa esperienza nell’online recruiting ha l’obiettivo di posizionarsi come partner privilegiato per aziende e candidati per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro in un comparto manifatturiero in continuo e veloce cambiamento”.

Eva Maggioni 1

Dando uno sguardo ai settori industriali in cui la categoria professione "Manifatturiero, produzione e qualità" è più richiesta, Consulenza manageriale si piazza saldamente al primo posto, con una quota del 64,7% del numero di offerte, quasi raddoppiando il numero di annunci rispetto al 2015. Seguono quindi Produzione e Manutenzione di Macchinari (5%) e Commercio, distribuzione e Gdo (3,4%). La Top 5 viene chiusa da Costruzioni e edilizia (3,2%) e Servizi ambientali, con il 2,8%.

In merito all’offerta lavorativa nella categoria Manifatturiero, produzione e qualità nelle diverse regioni italiane, al primo posto si trova la Lombardia che concentra il 33,1% delle posizioni aperte in Italia. Il podio è completato dal Veneto (18,1%) e dall’Emilia-Romagna con il 17,2%. Nelle prime cinque posizioni si trovano anche il Piemonte con il 9,2% e la Toscana con l’8,9% del totale degli annunci.

L’Osservatorio InfoJobs ha analizzato anche le caratteristiche del candidato “ideale” della categoria "Manifatturiero, produzione e qualità". Un candidato su tre (il 33,1% per la precisione) ha un’età compresa tra i 26 e i 35 anni, mentre il 32% ne ha tra 36 e 45 e il 19,2% tra 46 e 55 anni. Per quanto riguarda la formazione, i candidati che risultano in possesso di un Diploma di maturità sono il 40% del totale, seguiti da un 31,1% che ha conseguito la Licenza media, mentre il 6,8% ha raggiunto una formazione superiore (Laurea specialistica). Infine, prendendo in considerazione l’esperienza lavorativa precedente, il 37,1% lavora da oltre 10 anni di impiego, il 20,6% ha tra i 5 e i 10 anni di esperienza e il 16,9% da 3 a 5 anni.

Secondo l’Osservatorio InfoJobs sul Mercato del Lavoro 2016, le offerte in Italia sono cresciute mediamente del 23% negli ultimi 3 anni, con un 2016 che rallenta (+10,7%) rispetto a un 2015 probabilmente trainato dalla riforma del diritto del lavoro. La Consulenza manageriale è la categoria più rilevante del 2016 (19,3% delle offerte nazionali) ed i Servizi ambientali quella più dinamica dal 2014 ad oggi. La Lombardia rimane la regione con più offerte di lavoro attive (33,7%), mentre i Millennials (18-35 anni) sono i candidati più attivi.

 

 

Pubblica i tuoi commenti