Cybersecurity: nasce il nuovo Osservatorio Ispi-Leonardo

Nasce il nuovo Osservatorio sulla cybersecurity promosso da Ispi, il centro studi italiano specializzato in analisi geopolitiche e politico-economiche globali, e Leonardo, società leader nei settori Sicurezza, Aerospazio e Difesa e principale azienda industriale italiana.
La nuova iniziativa è volta ad analizzare con dibattiti e pubblicazioni le dinamiche in atto nello spazio cibernetico, con una duplice attenzione agli aspetti di politica estera e sicurezza e al ruolo degli stakeholder nazionali, anche nel settore privato.
Convivere con il rischio Cyber
La prima conferenza, dal titolo “Convivere con il rischio Cyber”, si è svolta venerdì 29 giugno  presso la sede dell’Ispi a Milano. Ai lavori hanno partecipato Giampiero Massolo, Presidente, Ispi, Giorgio Mosca, Direttore Strategia e Tecnologie della divisione Sistemi per la Sicurezza e le Informazioni di Leonardo, Merle Maigre, Direttore del centro di eccellenza Nato sulla Cyber Defence cooperativa, John Allen, Presidente di Brookings Institution, Marina Kaljurand, Presidente della commissione globale sulla stabilità del Cyberspace.
L’analisi è partita dalla constatazione di come le società moderne poggino sempre più su un internet sicuro, resiliente e - almeno in Occidente – libero. Allo stesso tempo, lo spazio cibernetico è poco regolato, senza chiara autorità, spesso attraversato da criminali, e dove sovente vince il più forte.
L'avvento di nuove tecnologie come l'Intelligenza Artificiale, le lethal autonomous weapons e la robotica consolideranno peraltro queste trasformazioni. È perciò necessario riflettere se e come accettare uno stato di permanente conflittualità sulle reti, convivendo con queste minacce esistenziali alla nostra sicurezza.
Leonardo ha già collaborato con Ispi per lo studio “Armed conflicts in the cyber age”. Di prossima pubblicazione il dossier realizzato insieme, che riguarderà il cyber crime e la sicurezza nazionale.

Pubblica i tuoi commenti