Fiat produrrà 17 nuovi modelli

Il piano industriale di Fiat, al di là dei deludenti risultati di mercato, rappresenta un fondamentale strumento per comprendere le intenzioni della casa automobilistica e, quindi, le relative ricadute sul settore dell'automotive.
Per questa ragione appare incoraggiante leggere che, entro il 2016, Fiat proporrà 17 nuovi modelli. Tre di questi saranno disponibili già dal prossimo anno, mentre altri sei arriveranno nel 2014. Cinque nuove vetture, poi, sono previste nel 2015 e tre nel 2016.
Il piano di Fiat, inoltre, delinea un'importante scelta strategica: la proposta di modelli di prestigio, che dovrebbero garantire un margine maggiore e giustificare il mantenimento degli impianti in Italia. Per tale ragione l'attenzione è elevata per i marchi più prestigiosi, con la nuova Quattroporte dell'Alfa Romeo, ma anche di due inediti modelli a marchio Maserati.
Anche se parte della produzione dovrebbe rimanere in Italia, i mercati da aggredire sono ovviamente quelli esteri, anche in virtù del rapporto con Chrysler, che ha portato allo sviluppo di nuove piattaforme e nuove opportunità da valutare nel Nord America e nella regione Asia-Pacifico, con una particolare attenzione per i mercati emergenti.
Anche per questo non verranno abbandonati i marchi e i prodotti generalisti, che da sempre posizionano Fiat nel “segmento A”. In particolare, detto del successo di Panda, un ruolo fondamentale sarà occupato anche da 500, che dovrebbe dar vita a una vera e propria famiglia di prodotti indirizzati ai mercati internazionali.

Pubblica i tuoi commenti