In Emilia Romagna continua il test del progetto Identis Weee

SMART CITY
A Ferrara è arrivata il 18 luglio mentre in agosto sarà  a Casalecchio di Reno
(BO). Parliamo della fase test del progetto Identis Weee promosso dal consorzio Ecolight e da Hera, che prevede il posizionamento in aree commerciali delle città di cassonetti smart per la raccolta dei rifiuti elettronici.

Il RaeeParking, così si chiama il cassonetto (7 x 2,5 m di dimensione) interamente automatizzato, è dotato di un sistema in grado di segnalare automaticamente
il raggiungimento del riempimento dei contenitori e permette la
programmazione del suo svuotamento, garantendo così la continuità del
servizio e l'ottimizzazione delle risorse di gestione.
L’accesso al cassonetto avviene
utilizzando la propria tessera sanitaria, la tessera Hera delle
stazioni ecologiche o la bolletta Hera con riportato il codice a barre
identificativo dell’utenza. Una volta registrato, il cittadino seleziona
il tipo di rifiuto da conferire e il cassonetto in automatico apre lo
sportello dove 'gettare' il proprio Raee.

Dopo la tappa a Ravenna, il cassonetto smart sviluppato dal consorzio Ecolight nell’ambito del progetto europeo Identis Weee (Identification DEterminatioN Traceability Integrated System for Weee), è stato collocato il 18 luglio a Ferrara per poi andare a Casalecchio di Reno (Bo). Significativa è la collaborazione con le catene della grande distribuzione (Media World nel  caso di Ferrara e Leroy Merlin nel caso di Casalecchio di Reno) che si sono rese disponibili ad accogliere la sperimentazione europea nella raccolta dei rifiuti elettronici.

Il progetto Identis Weee, cofinanziato dall’Unione Europea e inserito nel programma Life+, è realizzato dalla multiutility Hera, da Ecolight - consorzio per la gestione dei Raee, delle pile e degli accumulatori - e dalla fondazione spagnola Ecolum.

Pubblica i tuoi commenti